Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
RISTRUTTURAZIONE Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
PROFESSIONE

Progettazione, il ruolo dei giovani in gara deve essere attivo

di Paola Mammarella

Il professionista abilitato da meno di cinque anni non deve solo far parte dell’equipe che partecipa all'appalto

Vedi Aggiornamento del 13/02/2015
Commenti 6926
27/06/2014 – La partecipazione del giovane progettista ad un raggruppamento per l’affidamento di un incarico di progettazione deve essere attiva e non fittizia. Lo sostiene l’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici, che col parere 96/2014 del 7 maggio scorso si è pronunciata sulla legittimità di un’aggiudicazione.
 
Nel caso esaminato dall’Authority, un Comune aveva indetto una procedura negoziata per la progettazione, la direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza di un intervento di restauro di una chiesa. Nella lettera di invito l’Amministrazione chiedeva che nel raggruppamento fosse incluso un professionista abilitato da meno di cinque anni.
 
Dopo l’aggiudicazione, il secondo classificato aveva diffidato il Comune perché, a suo avviso, il raggruppamento che si era aggiudicato l’incarico era composto da un geometra, senza nessuna qualifica per il restauro dei beni culturali, e da un architetto indicato come giovane professionista, ma che in realtà non avrebbe assunto il ruolo di progettista.
 
L’Authority ha spiegato che, in generale, un geometra, anche se coadiuvato da altri professionisti, non può occuparsi di progetti sugli immobili vincolati, ma nel caso in questione le sue funzioni erano in linea con le norme in vigore.
 
D’altro canto, l’Autorità di Vigilanza ha chiarito che il giovane progettista non deve solo partecipare all’equipe, senza assumersi nessuna responsabilità, ma avere un ruolo attivo nella progettazione.
 
Dopo aver accertato che il giovane professionista avrebbe svolto direttamente parte dell’incarico, assumendosi le responsabilità connesse alla progettazione, l’Authority ha giudicato non fondata la diffida nei confrotni del Comune.
 
Ricordiamo che dal 25 giugno 2014 l’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici è stata soppressa dal DL 90/2014 sulle semplificazioni. Le sue funzioni saranno svolte dall’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC).


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui