Carrello 0
'A WAY impulsi urbani' a Loreggia fino al 31 luglio
EVENTI

'A WAY impulsi urbani' a Loreggia fino al 31 luglio

di Valentina Ieva

Mostra itinerante sulla rivitalizzazione delle aree marginali

21/07/2014 - Tre studi di progettazione attivi sia a livello nazionale che internazionale, lo studio BAM! di Torino, Associazione Campomarzio di Trento e Superuse Studios di Rotterdam, sono stati invitati dall'associazione culturale Architettando a creare installazioni che stabiliscano una nuova relazione tra lo spazio vissuto quotidianamente e gli abitanti.

Il progetto itinerante si chiama 'A WAY impulsi urbani' e resterà allestito a Loreggia (Pd) nel Prato Wollemborg fino al 31 luglio. Le architetture/installazioni temporanee esposte sono nate con lo scopo di rivitalizzare con dei gesti giocosi degli infraspazi.

L'attenzione 'A WAY impulsi urbani'  è rivolta agli infraspazi, perché l’architettura possa dare loro un valore, un motivo perché questi luoghi vengano vissuti dalla città.

Le architetture, realizzate con un budget ridotto, sono state progettate per essere fruite dalle persone, essere sede di eventi, performances, e dibattiti nei quali ospiti autorevoli discuteranno delle tematiche dell'iniziativa, ed essere connesse al resto del tessuto urbano.

Queste le opere esposte a Loreggia:

 “marederba”, prato Wollemborg, realizzata da: Architettando/Cittadella;

“Casa Sessanta” prato Wollemborg, realizzata da: Superuse Studios/Rotterdam.

Architettando, che festeggia con quest’evento i 20 anni di attività, è un'associazione culturale non profit, fondata nel 1995 da un gruppo di giovani studenti di Architettura. Si occupa di approfondire le questioni più pratiche del fare il mestiere dell’architetto e di promuovere lo studio e la divulgazione di temi più teorici che riguardano l’indissolubile legame tra l'architettura e l'arte.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui