Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, al via il primo Summit online della Filiera delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, al via il primo Summit online della Filiera delle Costruzioni
NORMATIVA

Libretto di impianto, in Gazzetta la proroga al 15 ottobre 2014

di Paola Mammarella

A partire da questa data via all’adeguamento dei libretti e alla redazione del rapporto di efficienza energetica

Vedi Aggiornamento del 11/11/2015
Commenti 14411
08/07/2014 – Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 20 giugno 2014, che sposta al 15 ottobre 2014 la data entro cui dovranno essere adeguati i libretti degli impianti termici.
 
Diventa quindi operativo lo slittamento dei termini inizialmente previsti dal DM 10 febbraio 2014, che aveva fissato al primo giugno 2014 la data a partire dalla quale gli impianti termici dovevano essere dotati del Libretto di impianto.

Questo significa che entro il 15 ottobre chi effettua la manutenzione, il controllo e l'ispezione degli impianti deve essere dotato del nuovo modello di libretto. I proprietari degli impianti, invece, non hanno invece l'obbligo di dotarsi dei nuovi libretti entro il 15 ottobre, ma potranno rispettare le tempistiche normalmente previste per la manutenzione. Limportante è che, nei controlli eseguiti a partire dal 15 ottobre, sia consegnato loro il nuovo modello di libretto.
 
Restano confermati i modelli per la compilazione dei libretti, che dovranno essere redatti secondo le indicazioni contenute nel DM 10 febbraio 2014 e nel Dpr 74/2013, recante il regolamento in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici.
 
Dal 15 ottobre 2014, dopo gli interventi di controllo e manutenzione, dovrà essere redatto il rapporto di efficienza energetica.
 
Quest’ultimo obbligo vale solo per gli impianti termici di climatizzazione invernale di potenza utile nominale maggiore di 10 kW e di climatizzazione estiva di potenza utile nominale maggiore di 12 kW, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, ma non per gli impianti termici alimentati esclusivamente con fonti rinnovabili.


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui