Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
NORMATIVA Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
NORMATIVA

Permesso costruire, no alle condizioni atipiche

di Paola Mammarella

Tar Piemonte: nulla la richiesta di non affittare né vendere gli immobili ricavati dalla ristrutturazione

Vedi Aggiornamento del 12/09/2019
Commenti 7366
02/07/2014 – Nel rilascio del permesso di costruire, il Comune non può porre condizioni atipiche che impattano sulla proprietà. Si è pronunciato in questi termini il Tar Piemonte con la sentenza 1099/2014.
 
Una società di costruzioni, che aveva ottenuto il permesso di costruire per la ristrutturazione di un complesso in zona agricola, aveva in seguito presentato ricorso per l’annullamento del titolo abilitativo.
 
Come condizione per il rilascio del permesso, il Comune aveva imposto alla società di non vendere né affittare le unità immobiliari ricavate dalla ristrutturazione.
 
Il Tar ha affermato che la condizione richiesta dal Comune contrasta con il principio di legalità e tipicità del provvedimento amministrativo.
 
Secondo il Tribunale amministrativo, infatti, il Comune non può porre condizioni atipiche, come ad esempio vietare la vendita o l’affitto del bene per un certo tempo, perché si tratta di questioni che rientrano nell’esercizio della proprietà, su cui l’amministrazione non può influire.
 
Al contrario, il Comune può chiedere il mantenimento della destinazione d’uso dell’edificio e il rispetto degli indici edificatori, o porre dei vincoli sul trasferimento delle cubature.
 
Sulla base di queste considerazioni, il Tar ha dichiarato nulla la condizione posta dal Comune all’impresa.

Segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa