Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Dai Notai la guida alla normativa sulla certificazione energetica

di Rossella Calabrese
Commenti 32410

Cos’è l’Attestato di Prestazione Energetica e quando è obbligatorio redigerlo e allegarlo agli atti di vendita e di affitto

Vedi Aggiornamento del 24/12/2014
Commenti 32410
02/07/2014 - I Notai fanno il punto sulla legislazione nazionale in materia di certificazione energetica.
 
Con la Guida operativa 2014, il Consiglio Nazionale del Notariato ha aggiornato il precedente Studio 657-2013/C, a seguito dell’entrata in vigore del DL 145/2013 ‘Destinazione Italia’ convertito nella Legge 9/2014.
 
Il documento ripercorre l’evoluzione normativa della certificazione energetica, dal Dlgs 192/2005 che recepiva la Direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell’edilizia, fino al DL 63/2013, che ha recepito la Direttiva 2010/31/UE. La normativa nazionale - sottolinea il Notariato - dovrà essere coordinata ed integrata con la normativa emanata a livello regionale, se ed in quanto emanata e adeguata alla Direttiva 2010/31/UE.
 
Une delle novità più rilevanti - spiega il Notariato - è la soppressione dell’Attestato di Certificazione Energetica (ACE), il “documento attestante la prestazione energetica ed eventualmente alcuni parametri energetici caratteristici dell'edificio”, e la sua sostituzione con l’Attestato di Prestazione Energetica (APE), “il documento, redatto e rilasciato da esperti qualificati e indipendenti che attesta la prestazione energetica di un edificio attraverso l'utilizzo di specifici descrittori e fornisce raccomandazioni per il miglioramento dell'efficienza energetica”.
 
Il documento spiega la funzione dell’Attestato di Qualificazione Energetica (AQE) - strumento di controllo ‘ex post’ del rispetto, in fase di costruzione o ristrutturazione degli edifici delle prescrizioni volte a migliorarne le prestazioni energetiche - l’Attestato di Prestazione Energetica (APE), strumento di ‘informazione’ del proprietario, dell’acquirente e/o del locatario circa la prestazione energetica ed il grado di efficienza energetica degli edifici.
 
Gran parte dello Studio è dedicata agli obblighi di allegazione, dotazione, consegna e informativa dell’APE nelle compravendite, nei contratti di affitto e negli altri trasferimenti di immobili, e alle relative sanzioni nelle quali può incorrere chi non rispetta tali obblighi. Un capitolo è dedicato ai certificatori energetici: requisiti, percorsi formativi, procedure di accreditamento, a livello nazionale e regionale.  
 
 
Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Per. Ind. Enrico

Condivido quello che dice qualcuno, purtroppo oggi la cert. energ. è andata in mano agli incopetenti ed alle ag. immobiliari e questo è il risultato. Vi sono anche un sacco di persone che fino a ieri non capivano niente di impianti e di strutture dal punto di vista energetico, di sicurezza di consumi e di inquinamento e tutto ad un tratto si riscoprono scenziati in materia ! bho ! certamente manca il lavoro e tutti dobbiamo portare un pezzo di pane a casa ma non è giusto farlo così, non si può dare in mano a incopetenti queste cose è solo un gravissimo danno che poi paghiamo tutti come società. Non si deve far fare la certi con un corsettino da poche ore a chi che sia e nemmeno a professionsiti non copetenti in materia come Archiettti e Geiometri. La certificazione come la progettazione L.10/'91 impianti ecc la devono fare solo Ing. e Per. ind..

thumb profile
Pierugo

Tra l'altro avete mai notato che l'atto notarile (fatto dal notaio) e l'APE (fatta dall'ingarchgeomperindforestchimmacellpittorscultorinfermier...) presentano lo stesso ordine di grandezza quanto a onorari? Heh, ma pensa te...!