Carrello 0
A San Donà di Piave la sopraelevazione firmata ANK
ARCHITETTURA

A San Donà di Piave la sopraelevazione firmata ANK

di Cecilia Di Marzo

Intervento di recupero per saturare il tessuto edilizio esistente

21/08/2014 - Il progetto di sopraelevazione nel centro della città di San Donà di Piave, firmato dallo studio ANK, è un esempio di intervento di recupero volto alla saturazione del tessuto edilizio esistente per ridurre la cementificazione. 
Il volume prismatico, che ragioni strutturali vincolano al sedime del piano commerciale esistente, è scandito da logge di diverse dimensioni e profondità che definiscono un luogo intimo della casa, connubio tra interno ed esterno, vero e proprio fulcro attorno al quale sono disposti la cucina, la sala da pranzo ed il soggiorno. 

Le logge sono vetrate su due lati, mentre le altre pareti e il soffitto sono dipinti di bianco in contrasto con il colore più scuro della facciata e grazie al quale la luce rifrange all’interno degli ambienti. Al secondo piano l'individuazione di una zona destinata completamente ad attività ludiche diventa il pretesto per immaginare degli ambienti cangianti, in grado di dilatarsi o comprimersi attraverso il solo movimento di pareti scorrevoli. All’ultimo piano il volume è completato da frangisole metallici che avvolgono le terrazze garantendo la privacy necessaria. 

L'impiego del legno Xlam quale sistema costruttivo è stato dettato dalle caratteristiche intrinseche del materiale. La leggerezza era prerogativa indispensabile per risolvere l'arduo progetto strutturale, la bassa conducibilità termica e la rinnovabilità del legno permettono al progetto un basso impatto ambientale. Ove possibile i soffitti di travi in legno lamellare sono lasciati a vista, nelle altre zone il controsoffitto nasconde le unità interne di climatizzazione e di ventilazione. 

Il progetto ha ottenuto la certificazione da parte dell’Agenzia CasaClima di Bolzano, classificato dalla stessa in classe energetica A. Le unità sono dotate d’impianti di ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza, il riscaldamento è di tipo centralizzato a pannelli radianti a pavimento. I pannelli solari sul tetto sono integrati con vasi di accumulo d’acqua in grado di determinare un risparmio delle spese per l’acqua calda sanitaria e per il riscaldamento.

 

 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

)