Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Comprare casa, nullo il preliminare senza il prezzo di acquisto
NORMATIVA Comprare casa, nullo il preliminare senza il prezzo di acquisto
NORMATIVA

Durc, dubbi sui termini della regolarità

di Paola Mammarella

In caso di autodichiarazione possono non essere concessi i 15 giorni per l’invito alla regolarizzazione

Vedi Aggiornamento del 17/03/2015
Commenti 7114
09/09/2014 – In caso di autodichiarazione per il rilascio del Durc è possibile la regolarizzazione entro 15 giorni o la regolarità deve sussistere al momento in cui è rilasciata la dichiarazione? Sull’argomento sono intervenuti il Tar Veneto e il Ministero del lavoro, le cui posizioni sono state spiegate dall’Inps con il messaggio 6756/2014.
 
Con la sentenza 486/2014, il Tar Veneto aveva inizialmente affermato che quanto dichiarato deve corrispondere al vero e che la regolarità deve sussistere al momento in cui l’autodichiarazione è resa.  
 
Dopo la sentenza e una serie di richieste di precisazioni, il Tar ha spiegato che la Legge del Fare (Legge 98/2013) ha disciplinato il preavviso di accertamento negativo, in base al quale gli enti inviano un avviso di regolarizzazione, dando all’interessato 15 giorni per provvedere.
 
D’altra parte l’Inps ha ricordato che sulla questione è intervenuto anche il Ministero del Lavoro, che con una nota del 19 agosto scorso ha affermato che, in assenza di un più uniforme orientamento giurisprudenziale, gli istituti possono continuare a operare come di consueto, cioè effettuando la verifica di regolarità al momento della presentazione della dichiarazione.
 
Secondo questa interpretazione, non ci sarebbe quindi il margine di 15 giorni per la regolarizzazione.
 


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa