Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
NORMATIVA Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
NORMATIVA

La scala coperta non è una pertinenza dell’edificio

di Paola Mammarella

CdS: il manufatto altera la sagoma e il volume dell’immobile e deve quindi essere demolito

Vedi Aggiornamento del 22/12/2015
Commenti 10933
22/09/2014 – Una scala coperta realizzata nel cortile di una abitazione al posto di una veranda non costituisce pertinenza dell’edificio perchè ne altera la sagoma e la cubatura.

È arrivato a questa conclusione il Consiglio di Stato, che con la sentenza 3867/2014 ha affermato come il concetto di pertinenza a livello edilizio ed urbanistico sia diverso da quello civilistico.

Per avallare questa teoria, il CdS ha citato un caso precedente in cui era toccata la stessa sorte ad una tettoia, che non era stata considerata come pertinenza proprio perchè implicava una modifica nella sagoma e nella volumetria dell'edificio.
 
Secondo il CdS, per essere considerato pertinenziale dal punto di vista edilizio ed urbanistico, un manufatto deve essere di dimensioni estremamente ridotte e non deve alterare lo stato dei luoghi. Non è invece sufficiente che l’opera realizzata sia posta a servizio di un edificio già esistente.
 
Al contrario, ha sottolineato il CdS, una tettoia o una copertura che aderisce ad un muro preesistente modifica la sagoma e il volume dell’edificio.
 
Nel caso preso in esame dal Consiglio di Stato, il proprietario di un immobile aveva impugnato l’istanza di demolizione di una scala coperta, realizzata nel cortile di una abitazione in aderenza all’edificio.
 
Nonostante il proprietario sostenesse che l’opera avesse natura pertinenziale e non implicasse un aumento di cubatura, il Tar prima e il Consiglio di Stato poi hanno respinto il ricorso, dando quindi spazio alla demolizione.

Segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Salvatore

"È arrivato a questa conclusione il Consiglio di Stato, che con la sentenza 3867/2014 ha affermato come il concetto di pertinenza a livello edilizio ed urbanistico sia diverso da quello civilistico". Viviamo in uno stato (con la s minuscola) di pulcinella. Le leggi sono soggettive e spesso contradditorie. Mi chiedo come può un concetto essere vero e falso contemporaneamente. E noi, beoti, continuiamo imperterriti, a votare sempre gli stessi incapaci, anzi capacissimi di curarsi sempre e solo i loro interessi, alla faccia dei fessi che anche alle prossime elezioni si lasceranno incantare da questi quattro (magari fossero solo quattro!!!) lestofanti.


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa