Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
PROFESSIONE Concorso per 120 ingegneri e geologi al MIMS, pubblicato il bando
NORMATIVA

Riduzione stazioni appaltanti, istituito il tavolo tecnico

di Paola Mammarella

Tra i suoi compiti le previsioni di acquisto e la pianificazione delle attività dei soggetti aggregatori

Vedi Aggiornamento del 26/02/2015
Commenti 4351
26/09/2014 – Si delinea sempre più il processo che porterà alla riduzione delle Stazioni Appaltanti. Il Governo ha messo a punto la bozza di decreto che istituisce il tavolo tecnico dei soggetti aggregatori.
 
Il tavolo tecnico sarà composto da un rappresentante della presidenza del Consiglio dei ministri, un rappresentante del ministero dell'Economia e i rappresentanti dei soggetti aggregatori.
 
Il tavolo avrà  diversi compiti: la raccolta dei dati sulle previsioni di acquisto di beni e servizi da parte delle Pubbliche Amministrazioni, la pianificazione delle iniziative di acquisto dei soggetti aggregatori, la condivisione delle metodologie a supporto delle attività di aggregazione e centralizzazione, il monitoraggio delle attività e dei risultati dell'aggregazione e centralizzazione degli acquisti, il supporto tecnico ai programmi di razionalizzazione della spesa, la promozione dell’uso di piattaforme informatiche e la collaborazione con i soggetti istituzionali competenti in materia di acquisti pubblici. Il tavolo collaborerà anche con l’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC).
 
Nell’ambito del tavolo tecnico sarà costituito un Comitato guida composto da un rappresentante del Consip, un membro del Ministero dell’Economia e delle finanze, un rappresentante del Consiglio dei Ministri e uno dei soggetti aggregatori.
 
Per coadiuvare il Comitato guida sarà istituita una segreteria tecnica composta da dieci figure professionali facenti parte del ministero dell’Economia e di Consip.
 
Per avviare la fase di pianificazione e armonizzazione, entro il 30 settembre di ogni anno, il Comitato guida dovrà indicare gli indirizzi strategici. Entro il 15 ottobre di ogni anno, i soggetti aggregatori dovranno trasmettere alla segreteria tecnica il proprio piano delle iniziative di acquisto aggregato riferito all'anno successivo.
Entro il 30 novembre di ogni anno, il Comitato guida presenterà al tavolo tecnico una proposta di Piano integrato delle iniziative di acquisto aggregato, che dovrà essere approvato entro il 15 dicembre.
 
Ogni tre mesi, i soggetti aggregatori dovranno rendere noti i resoconti delle attività di monitoraggio sul portale www.acquistinretepa.it.
 
Il decreto per l’istituzione del tavolo tecnico dei soggetti aggregatori segue la bozza emanata nei giorni scorsi che ha definito i requisiti per entrare a far parte dei soggetti aggregatori.
 
Ricordiamo che la riduzione delle Stazioni Appaltanti è stata prevista dal Decreto Irpef-Spending Review (DL 66/2014). Le Stazioni Appaltanti si chiameranno soggetti aggregatori e potranno essere al massimo 35 su tutto il territorio nazionale invece delle circa 32 mila al momento esistenti.

I due decreti per l'attuazione della Spending Review potrebbero essere esaminati dalla Conferenza delle Regioni all'inizio della prossima settimana.


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui