Carrello 0
AZL Architects e la 'cappella della luce' a Nanjing
ARCHITETTURA

AZL Architects e la 'cappella della luce' a Nanjing

di Valentina Ieva

L'attento studio della luce per enfatizzare profondità, intensità e sacralità dello spazio

31/10/2014 - Sorge sulla riva del fiume di Nanjing, immersa nel Wanjing Garden, la nuova 'cappella della luce' progettata dallo studio cinese AZL Architects.

All'assetto asimmetrico dall'involucro leggero degli esterni corrispondono, per contrasto, degli interni completamente bianchi di forte intensità. I progettisti non hanno evitato intenzionalmente i canoni classici di centralità e profondità dell'edificio sacro. 

La planimetria è stata disegnata con una hall di forma ottagonale circondata da un deambulatorio che ne regolarizza la forma in un quadrato. In sezione, invece, l'uso del profilo del tetto inclinato ed il lungo taglio del lucernario, amplificano la profondità dello spazio, enfatizzando il punto più alto dell'edificio, dove tutti gli assi convergono.

Il doppio guscio in strisce di legno, larghe 30 centimetri, che avvolge la struttura, si allontana sia dalle tradizionali cappelle in pietra, che tendono a chiudere lo spazio in se stesso, sia dalla propensione all'apertura verso l'esterno, tipica delle cappelle moderne. Particolare attenzione è stata rivolta allo studio della luce che, in questo caso, filtra attraverso le strette fessure dell'involucro di legno.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati