Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus e unità unifamiliari, come funziona la data spartiacque del 30 settembre
NORMATIVA Superbonus e unità unifamiliari, come funziona la data spartiacque del 30 settembre
AZIENDE

Secco Sistemi e Moussafir Architectes Associés premiati a Parigi con il Prix [email protected]

Il premio che ricompensa 'l’eccellenza condivisa tra un architetto e un’industria'

20/10/2014 - Secco Sistemi è stata premiata nuovamente nel campo dell’architettura internazionale. L’azienda veneta, leader in Italia nella produzione di sistemi per facciate, porte e finestre in metalli nobili quali acciaio zincato, acciaio inox, acciaio corten, e ottone, ha ricevuto a Parigi il primo Prix [email protected]. La premiazione è avvenuta il 9 ottobre in occasione dell’inaugurazione della settima edizione del salone [email protected] Paris 2014 nella Grande Halle de La Villette. Il concorso, alla prima edizione, è stato indetto dall’Unsfa, l’Associazione degli Architetti francesi, in collaborazione con il salone [email protected]
 
Il [email protected] che ricompensa “l’eccellenza condivisa tra un architetto e un’industria”, è stato assegnato al duo Moussafir Architectes Associés e Secco Sistemi per la loro collaborazione esemplare nella ristrutturazione del palazzo Weill. L’edificio parigino con vista sulla basilica del Sacré Cœur ospita i laboratori di creazione e gli uffici di questa Maison di moda di lunga tradizione. Ridare una nuova identità contemporanea al palazzo storico è stato il filo rosso del progetto. Un risultato ottenuto grazie alla stretta collaborazione tra l’architetto Jacques Moussafir e Secco Sistemi che si è messa al servizio delle esigenze estetiche e tecnologiche del progetto.

L’architetto ha immaginato un involucro che riveste la parte interna del palazzo, composto da una serie di finestre che si aprono verso l’esterno e formano una facciata continua in ottone brunito. Un materiale nobile per esprimere l’eleganza della moda della Maison.   

Spiega Antonio Poletto, direttore tecnico di Secco Sistemi. “Il progetto richiedeva due tipologie di infissi. Da una parte delle finestre alte 4 metri ad apertura esterna inserite nella facciata e dall’altra, delle aperture parallele verso l’esterno applicate sul tetto inclinato da utilizzare per l’evacuazione dei fumi e la ventilazione. Per questo tipo di aperture, finora erano stati usati solo il legno o l’alluminio.  E’ stata una grande sfida impiegare l’ottone.” Il Laboratorio interno di Secco Sistemi è riuscito a sviluppare e produrre le aperture desiderate dall’architetto certificando le loro altissime prestazioni di tenuta all’ acqua e all’aria e di resistenza al vento.

Conclude l’amministratore delegato Alberto Agostini: “Il progetto Weill è stato  un vero e proprio lavoro su misura che ricollega industria e artigianalità nella ricerca dell’eccellenza e nell’attenzione ai dettagli. Il tutto al servizio dell’architettura.”    

SECCO SISTEMI su Archiproducts.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Sondaggi Edilportale
Superbonus e cessione dei crediti, cosa sta succedendo?
Leggi i risultati
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione