Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA

Ricostruzione edifici, quando è richiesto il permesso di costruire

di Paola Mammarella

Cassazione: se non ci sono pareti, tetti e solai, da cui si può risalire alla volumetria non si può usare la Scia

Vedi Aggiornamento del 14/07/2015
Commenti 8288
30/10/2014 - È più difficile ricostruire ruderi se non ci sono connotati essenziali, come pareti, tetti e solai, da cui si può risalire alla volumetria originaria; per questo motivo non basta la Scia ma va richiesto il permesso di costruire. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza 40342/2014.
 
La Cassazione ha spiegato che con il Decreto del Fare (DL 69/2013) le ricostruzioni sono state ricomprese negli interventi di ristrutturazione edilizia e non in quelli di ristrutturazione urbanistica (leggi tutto). Ciò significa, hanno aggiunto i giudici, che a volte sono ritenute sufficienti delle foto personali per dimostrare la preesistenza dell’edificio ed edificare nuovi volumi e superfici.
 
Ma la Cassazione ha adottato un’interpretazione restrittiva della norma, esigendo la presenza di connotati essenziali in grado di determinare con precisione la volumetria. Il Decreto del Fare, hanno concluso i giudici, ammette la Scia per la demolizione e ricostruzione degli edifici con la stessa volumetria, ma anche con sagoma diversa. È però necessario il permesso di costruire per la ricostruzione di edifici di cui non possa essere accertata la preesistenza.

 
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Ing. Luigi P.

Ma in Italia non esiste un testo unico ? A furia di sentenze di cassazione, di consiglio di stato, di tar, e via discorrendo, praticametne dovrebbero integrarlo con 15000 interpretazioni e modifiche. E questa è l'Italia !!!