Carrello 0
AZIENDE

Alla Rizzoli Galleria la luce Reggiani come esperienza sensoriale

04/12/2014 - Per quello che è il nuovo salotto della lettura nella Galleria Vittorio Emanuele di Milano, Reggiani è tra le aziende che rappresentano il design italiano e che con i propri sistemi illuminanti contribuisce a determinare l’atmosfera desiderata per questo luogo. Uno spazio che ambisce a diventare una vera e propria icona del passaggio culturale internazionale, “una casa Milanese” per gli amanti dei libri e della cultura, all’interno della quale potranno trovare un assortimento di oltre 40000 volumi (i più innovativi strumenti digitali al servizio della ricerca, ne semplificano la scelta) oltre a particolari oggetti “no book”, che offrono al lettore un’esperienza poli-sensoriale.

Un luogo “inclusivo” e di condivisione la Rizzoli Galleria, come dicono i responsabili del brand, che vuole mettere in relazione interno ed esterno, incentrato alla massima flessibilità e capacità di accogliere il visitatore e lettore in tutti gli ambienti dei tre piani, secondo il progetto dell’arch. Paolo Lucchetta dello Studio Retail Design. 
Alla luce è stato attribuito un ruolo fondamentale per determinare e favorire comfort visivo ed ambientale, flessibilità appunto, capacità di cambiare “parametri e condizioni di visibilità” in base alle esigenze, legate anche alla destinazione della Rizzoli Galleria come spazio per eventi, oltre che luogo di lettura e consultazione.

Reggiani ha fornito corpi illuminanti di diverse tipologie per le funzionalità richieste nei vari ambienti. Tutti gli apparecchi sono inoltre predisposti alla regolazione dell’intensità luminosa affinché la luce si possa adeguare alle diversificate esigenze di fruizione spazi che il progetto prevede (mostre, esibizioni, presentazioni, tavole rotonde ecc).

La progettazione dell’impianto di gestione e controllo della luce è stata affidata a Helvar (si rimanda in calce a: Focus sull’intervento Helvar) che ha elaborato una proposta tecnologicamente avanzata ed allineata alle esigenze dell’ambiente. La soluzione identificata si basa su un sistema Helvar DALI che consente un collegamento semplice e ottimale degli apparecchi Reggiani. L’illuminazione può essere gestita a livello centralizzato o in maniera diversificata e modulabile per esigenze ordinarie o straordinarie degli spazi, ad esempio nel caso di eventi speciali.
Tre essenzialmente le esigenze d’illuminazione nei contesti: illuminazione d'accento nell'ambito espositivo, illuminazione morbida e riflessa, illuminazione indiretta.

I corpi individuati e scelti per le rispettive funzioni sono:
1. Per l’illuminazione d’accento nell’ambito espositivo, i proiettori orientabili da binario ENVIOS con LED da14 e 26W 3000k, con ottiche IOS (Interchangeable Optical System) con potenze ed ampiezze del fascio di luce diversificati in funzione all'esigenza e delle diverse altezze degli ambienti. ENVIOS è infatti un proiettore particolarmente versatile per la sua flessibilità d'utilizzo, efficiente non solo dal punto di vista energetico, ma anche per la resa e per la durata. 

2. Per illuminazione morbida e riflessa, il modello Linea led luce slim, illuminatori lineari a LED, dalle performance eccellenti e dalla incredibile versatilità applicativa, nella temperatura di colore 4000K (che volutamente distribuiscono nell’ambiente una luce più fredda di quella emessa dai proiettori, come a riprodurre la luce che solitamente entra dalle finestre/lucernari). Il materiale plastico diffusivo ha una trasmissività superiore dell’80% e permette un’elevata uniformità della luce e riduce la perdita di flusso. Questi corpi sono stati posizionati principalmente sulla sommità delle scaffalatura, orientando la luce verso il soffitto. 

3. Per la valorizzazione dell’architettura interna proiettori modello SPLYT applicati a parete in corrispondenza delle colonne e rivolti verso l’alto. Il sistema SPLYT, nato dalla collaborazione tra Reggiani e lo studio britannico LAPD, permette di adattare il fissaggio degli apparecchi alle esigenze specifiche del progetto offrendo modalità di installazione a semi-incasso, binario, superficie e parete. E’ in grado offrire ottiche dalle alte performance e fasci strettissimi ‹6° pur mantenendo uno spessore del vano ottico di soli 40mm.

Essere stata chiamata a contribuire al progetto di Galleria Rizzoli sottolinea la capacità di Reggiani di fornire la propria esperienza e tecnologia in settori molteplici, tra cui quello retail sta divenendo sta divenendo sempre più sofisticato ed esigente e richiede elevatissimi standard di prodotto e servizi.

Reggiani Illuminazione su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati