Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, pubblicata la circolare dell’Agenzia delle Entrate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus 110%, pubblicata la circolare dell’Agenzia delle Entrate
NORMATIVA

Unicmi: bene il 65% per l’antisismica, ma sia una reale opportunità

di Rossella Calabrese

I produttori chiedono un arco di tempo più lungo e maggiori risorse finanziarie

Vedi Aggiornamento del 18/01/2016
Commenti 5947
24/12/2014 - “Se la proroga di un anno del bonus 65% per i serramenti e, soprattutto, la sua estensione alle schermature solari, rappresentano un segnale molto positivo per il comparto dell’involucro edilizio, molto lavoro ci sarà da fare, già dalle prime settimane del 2015, riguardo alle detrazioni per la messa in sicurezza sismica degli edifici, per trasformare il provvedimento da ‘bandiera ideologica’ a opportunità reale per i cittadini italiani”.
 
Così UNICMI, l’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche, dell’Involucro e dei Serramenti, ha accolto l’approvazione definitiva della Legge di Stabilità 2015.
 
La detrazione del 65% per le schermature solari è, secondo UNICMI, un grande riconoscimento al contributo delle schermature alla prestazione energetica dell’edificio. È ora urgente - spiega l’Unione - l’emanazione dei decreti attuativi per la piena operatività dell’ecobonus.
 
Un po’ più complessa è la situazione della detrazione 65% per la messa in sicurezza sismica: come già denunciato giorni fa, è apprezzabile ma rischia di rivelarsi inefficace per tre motivi:
 
- la scadenza al 31 dicembre 2015, un arco temporale troppo breve per un intervento di messa in sicurezza sismica, che prevede un iter complesso, sia in termini di consenso sia da un punto di vista operativo;
 
- la limitazione alle opere che ricadono in aree ad alta pericolosità sismica (zone sismiche 1 e 2);
 
- la copertura finanziaria di 101,7 milioni di euro, irrisoria se confrontata con i 180 miliardi di euro (stima ANCE-Cresme) spesi dallo Stato per riparare i danni dei terremoti verificatisi in Italia dal 1944 al 2012.
 
UNICMI insieme con ISI, Ingegneria Sismica Italiana, continuerà a sensibilizzare le Istituzioni affinché la messa in sicurezza sismica del patrimonio immobiliare italiano sia davvero incentivata con una legislazione congrua e praticabile.
 
 

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui