Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Ecobonus, col Green New Deal potrebbe salire all’80%
NORMATIVA Ecobonus, col Green New Deal potrebbe salire all’80%
RISPARMIO ENERGETICO

Toscana: 3 milioni per l'efficientamento energetico

di Alessandra Marra

Dal 12 gennaio l'invio delle domande per i bandi sugli immobili e sui processi produttivi delle imprese

Vedi Aggiornamento del 03/04/2015
Commenti 7652
19/12/2014 – La Regione Toscana ha pubblicato due bandi da 1,5 milioni di euro l’uno per progetti volti all’efficientamento energetico del patrimonio immobiliare e dei processi produttivi delle imprese.
 
I bandi, ricadenti nella programmazione dei fondi comunitari 2014-2020, sono destinati alle imprese, micro, piccole, medie e grandi; l’entità massima degli aiuti concedibili (nella forma del contributo in conto capitale), rispetto ai costi ammissibili, è del 40% per la micro e piccola impresa, del 30% per la media impresa e del 20% per la grande.
 
Il Bando 1, “Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili” prevede aiuti per interventi di isolamento termico dell’involucro, sostituzione di serramenti e infissi, sostituzione di impianti di climatizzazione esistenti con impianti ad alta efficienza energetica, impianti di cogenerazione / trigenerazione ad alto rendimento, sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione e  produzione di energia termica da fonti rinnovabili.
 
Il Bando 2, “Aiuti a progetti di efficientamento energetico dei processi produttivi” prevede contributi per il recupero calore di processi da forni o cogenerazioni, coibentazioni compatibili con i processi produttivi, modifiche agli impianti produttivi con interventi specifichi di riduzione dei consumi, automazione e regolazione degli impianti di produzione, movimentazione elettrica, motori elettrici, accumulo, riciclo e recupero acqua di processo e rifasamento elettrico.
 
Gli interventi dovranno essere realizzati in immobili e/o unità locali esistenti, sedi di attività produttive e/o altre attività economiche aventi sede nel territorio regionale.

Sono considerate ammissibili le spese (minimo 20.000 euro) per gli investimenti di materiali (fornitura, installazione, posa in opera di impianti, materiali ecc) e per le opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto; è necessario però che l’inizio lavori sia successivo alla presentazione delle domande.

Le domande dovranno prevedere interventi che conseguano una quota di risparmio dei consumi di energia primaria, ante intervento, maggiore o uguale al 10%, per il Bando 1, e al 20% per il Bando 2.

Le imprese possono presentare al massimo 3 domande per ciascun bando e ogni domanda potrà riguardare solo una unità locale/ sede operativa avente sede nel territorio regionale.
 
Sarà possibile presentare le domande a partire dalle ore 9 del 12 gennaio 2015 e fino alle ore 17 del 14 marzo 2014 sul sito www.sviluppo.toscana.it.

Entro 90 giorni dalla scadenza di presentazione delle domande verrà pubblicata la graduatoria delle domande ammesse a contributo.



 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Liguria, quali scenari si aprono per architetture e cantieri? Partecipa