Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Unicmi: le schermature solari siano realmente detraibili

di Rossella Calabrese
Commenti 10958

I produttori chiedono al Governo di assicurare l’operatività del bonus 65%

Vedi Aggiornamento del 12/07/2016
Commenti 10958
15/01/2015 - “L’estensione delle detrazioni alle schermature solari e, conseguentemente, la possibilità da parte dei consumatori di acquistare tali prodotti usufruendo delle detrazioni, è al momento puramente teorica poiché ancora non sono note la procedura operativa da seguire ed eventuali condizioni tecnico-fiscali all’accesso al beneficio fiscale”.
 
Lo sostiene Unicmi, Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche, dell’Involucro e dei Serramenti, che - raccogliendo le istanze della Divisione Schermature Solari Assites e con l’intento di dissipare nel minor tempo possibile le incertezze normative che nei fatti negano l’operatività delle detrazioni del 65% per le schermature solari - ha inviato una lettera al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi, al Viceministro dell’Economia e Finanze Enrico Morando, al Viceministro dello Sviluppo Economico Claudio De Vincenti, al direttore dell’Agenzia delle Entrate Raffaella Orlandi e al responsabile della riqualificazione energetica degli edifici di Enea Gaetano Fasano.
 
Il primo aspetto importante da chiarire - secondo Unicmi - è relativo alla tipologia di intervento in cui si configura l’installazione delle schermature solari. L’articolo 1 comma 47 2 b della Legge di Stabilità 2015 (Legge 190 del 23 dicembre 2014) fa ritenere che sia detraibile anche l’intervento di installazione ex novo delle schermature solari e non solamente la sostituzione di schermature solari esistenti, così come già previsto per i pannelli solari.
 
Il secondo punto che per UNICMI è urgente da chiarire riguarda i prodotti assimilabili come chiusure oscuranti, ovvero persiane/tapparelle/scuri, regolamentati dalla norma tecnica europea UNI EN 13569, che negli anni passati erano soggetti alla detrazione fiscale del 65% unicamente se sostituiti unitamente ai serramenti (finestre/portefinestre/porte).
 
Si tratta, secondo i produttori, di schermature solari che sia assolvono la funzione di protezione dall’irraggiamento solare sia contribuiscono in misura significativa all’isolamento termico dei serramenti. L’Allegato M del Dlgs 311/2006 - spiega Unicmi - fa presupporre che ora anche questi prodotti possano rientrare nelle detrazioni fiscali indipendentemente dalla sostituzione dei serramenti unitamente ai prodotti tende esterne, regolamentati dalla norma tecnica europea UNI EN 13561.
 
Infine, UNICMI chiede che venga resa nota il prima possibile la procedura operativa da seguire e che essa sia semplificata come quella già prevista per i serramenti su singola unità immobiliare, i pannelli solari e le caldaie.
 
 

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa