Carrello 0
#iSaloni2015: presentazione ufficiale al 35° della Torre Allianz
EVENTI

#iSaloni2015: presentazione ufficiale al 35° della Torre Allianz

di Valentina Ieva

La Passeggiata per SaloneUfficio, Favilla per Euroluce e IN ITALY le tre grandi installazioni

Vedi Aggiornamento del 14/04/2015
11/02/2015 - Si è svolta ieri la conferenza stampa di presentazione ufficiale del Salone del Mobile 2015, allestita al 35esimo piano della Torre Allianz di Citylife firmata Arata Isozaki. Tra gli ospiti della conferenza, condotta da Monica Maggioni, direttrice di Rai News 24: Roberto Snaidero, Presidente di Federlegno Arredi Eventi, Armando Borghi, CEO di Citylife, l'architetto Michele De Lucchi, Stefano Bordone di Assoluce, e Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano.

La Passeggiata di Michele De Lucchi per SaloneUfficio, Favilla di Attilio Stocchi per Euroluce e IN ITALY, a cura dell’architetto Dario Curatolo, saranno le tre grandi installazioni protagoniste del Salone 2015.

"Una Passeggiata che non finirà mai. Un nuovo modo di concepire lo spazio" così definisce De Lucchi la sua creazione per Workplace3.0/SaloneUfficio, dove saranno esposti nuove idee e prodotti, oltre che una nuova visione del modo di lavorare.

 

Euroluce, nell’anno internazionale della Luce, celebrerà la luce pensando al risparmio ma anche con un grande progetto: Favilla, dove "La luce è un po’ un mistero. Un box in Piazza San Fedele ci permetterà di scoprirla in movimento", come spiega l'architetto Stocchi.

IN ITALY, progetto che diventerà App, racconterà le eccelenze del made in Italy attraverso le storie e i prodotti di 64 aziende italiane.
 
A introdurre un'altra importante novità del Salone del Mobile Giuliano Pisapia: si tratta della più grande mostra mai allestita in Italia, dedicata a Leonardo Da Vinci, nella città dove 'genio, impresa e scienza sembrano da sempre congiunti'.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati