Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
MERCATI Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
RISPARMIO ENERGETICO

Certificazione della sostenibilità: il Lazio ha il nuovo Protocollo Itaca

di Alessandra Marra

Online il software 'Proitaca Lazio 2014' per edifici residenziali e non residenziali

Vedi Aggiornamento del 13/12/2016
Commenti 8273
02/01/2015 – Il Lazio ha un nuovo sistema di valutazione e certificazione della sostenibilità ambientale degli edifici che ha l'obiettivo di salvaguardare l'ambiente, il territorio e la salute degli abitanti promuovendo ed incentivando la sostenibilità energetico-ambientale nella progettazione e realizzazione di opere pubbliche e private.
 
Il nuovo sistema, (conforme alle direttive 2010/31/Ue e 2012/27/Ue) è stato presentato il 29 gennaio 2015 a Roma, nel corso del seminario “Il Protocollo Itaca Lazio: strumenti per la promozione della sostenibilità energetica e ambientale degli edifici” che ha visto la partecipazione dell'assessore regionale alle Politiche Abitative, Fabio Refrigeri, del Presidente di ITACA, Massimo Giorgetti, assessore della Regione Veneto e di ACCREDIA (Ente italiano di accreditamento) e CITERA.
 
Il software Proitaca Lazio 2014, presentato al convegno, è disponibile online per tre tipologie d’intervento: Nuova Costruzione, Ristrutturazione ed Edificio Esistente.
 
Tutti coloro che desiderano utilizzare Proitaca Lazio 2014 devono essere accreditati dalla Regione Lazio attraverso la procedura disponibile online sul sito dedicato.
 
Inoltre durante il seminario sono state illustrate le novità introdotte in materia di edilizia sostenibile dalla normativa regionale sul Sistema di valutazione e certificazione della sostenibilità ambientale degli edifici per proteggere l’ambiente, il territorio e la salute degli abitanti e come il nuovo Sistema adottato dalla Regione punta ad incentivare e promuovere l’architettura sostenibile e la bioedilizia nella progettazione e realizzazione di opere edilizie sia pubbliche che private.

Inoltre grazie a Itaca sarà anche possibile attestare la qualità raggiunta e la certificazione consentirà anche di usufruire di incentivi economici e fiscali e dei benefici del mercato.

La valutazione di qualità verrà effettuata sulla base di precisi requisiti contenuti nel Protocollo ITACA: dall’efficienza nell’uso delle risorse alle emissioni in atmosfera, dalla compatibilità ambientale dei materiali alla qualità dell’ambiente indoor, fino all’utilizzo di soluzioni tecnologiche innovative.
 
L’Assessore Refrigeri ha spiegato: "Lo strumento messo a disposizione dalla Regione, basato sul Protocollo ITACA, dalle caratteristiche altamente innovative, consentirà a progettisti e costruttori di riqualificare o realizzare edifici ad elevata sostenibilità ambientale in linea con gli indirizzi comunitari, offrendo allo stesso tempo la possibilità di attestare la qualità raggiunta attraverso un processo di valutazione svolta da soggetti indipendenti e accreditati."
 
Secondo la Regione Protocollo ITACA Lazio offrirà la possibilità di aumentare i livelli occupazionali dell’intera filiera edilizia, dalla progettazione alla produzione dei materiali, fino all'attività di realizzazione e certificazione, grazie all’innovazione tecnologica di processo orientata a soddisfare le nuove esigenze dell’architettura più avanzata.
 
L'iniziativa della Regione Lazio e' infatti la prima ad essere inquadrata all'interno dello scenario di riferimento nazionale riguardante la regolamentazione e la certificazione edilizia ed il governo del territorio, a fronte della recente emanazione da parte di ACCREDIA del "Regolamento Tecnico RT-33" in ordine al sistema nazionale di accreditamento degli organismi di ispezione in conformità al Protocollo ITACA, ed alla emananda Prassi di Riferimento UNI ITACA.


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui