Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
RISTRUTTURAZIONE Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
RISTRUTTURAZIONE

Regione Puglia, in arrivo 15 milioni di euro per le strutture turistiche

di Rossella Calabrese

Incentivi per trasformare in alberghi le masserie, le torri e i trulli. Domande dal 9 marzo 2015

Vedi Aggiornamento del 25/08/2015
Commenti 36531
25/02/2015 - Ampliare e riqualificare le strutture turistico-alberghiere, costruire o ammodernare gli stabilimenti balneari, realizzare e gestire gli approdi turistici, restaurare edifici rurali, masserie, torri e trulli per trasformarli in alberghi e realizzare aree verdi.
 
Sono questi gli interventi che la Regione Puglia intende sostenere con 15 milioni di euro attraverso il Bando ‘Titolo II Turismo’ destinato alle piccole e medie imprese del turismo per renderle ancora più competitive sul mercato globale.
 
Le imprese potranno fare investimenti da un minimo di 30mila euro a un massimo di 2 milioni per le piccole imprese, e a 4 milioni per le grandi. L’intensità massima di aiuto è fissata al 45% per le piccole imprese e al 35% per le medie. Potrà essere, inoltre, erogato un contributo aggiuntivo fino al 20% dell’investimento e all’importo massimo di 400 mila euro per le piccole imprese e 800 mila per le medie e per le imprese che hanno conseguito il rating di legalità; l’importo massimo del contributo sarà elevato rispettivamente a 450mila e 850mila euro.
 
Le imprese interessate potranno fare richiesta di agevolazione a partire dal 9 marzo 2015.
 
Sono ammissibili le spese per:
- acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni entro il limite del 10% dell’importo dell’investimento in attivi materiali;
- opere murarie e assimilabili;
- acquisto di macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all’attività di rappresentanza;
- investimenti finalizzati al miglioramento delle misure di prevenzione dei rischi, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.
 
In caso di acquisto di un immobile, sono ammissibili esclusivamente i costi di acquisto da terzi, purché la transazione sia avvenuta a condizioni di mercato. Non è ammissibile l’acquisto di un immobile da parenti fino al terzo grado dei soci, nel caso di società proponente, o del titolare, nel caso di ditta proponente, nonché dal coniuge del titolare o dei soci. Le spese di progettazione ingegneristica e di direzione lavori sono ammissibili nel limite del 5%.
 
“Il turismo è una delle specializzazioni intelligenti della Puglia - ha detto Loredana Capone, assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia. Nella precedente edizione il bando ha funzionato molto bene (dal 2010 a oggi sono state presentate 263 domande, per un investimento complessivo di 126.425.727 euro) soprattutto in Salento, nel Gargano e nella Valle d’Itria, in quei luoghi, cioè, dove le strutture ricettive contribuiscono in buona parte al PIL regionale e rappresentano uno strumento di attrazione spesso esclusivo. Vogliamo puntare sempre più ad avere stabilimenti balneari sostenibili, strutture eleganti e accoglienti, dotate di servizi efficienti e di comfort”.
 
“Penso, infatti, che la crisi non vada subìta bensì affrontata con investimenti che spingono verso la domanda del mercato e questa domanda, in particolare, è sempre più esigente, rivolta all’esclusivo, a qualcosa di indimenticabile. Il nostro patrimonio artistico, storico, architettonico, paesaggistico, è un tessuto eccezionale in cui incardinare l’offerta di masserie, dimore storiche, alberghi diffusi, strutture ricettive, che rendono unica la Puglia” - ha concluso Capone.
 
 

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui