Carrello 0
AZIENDE

Appuntamento con SIMONSWERK a MADE expo 2015

18/03/2015 - Lo specialista delle cerniere, leader in Germania e in diversi paesi esteri, è lieto di accogliere progettisti e serramentisti nel proprio stand di Made 2015. L’occasione di scoprire le novità di prodotto e tutta la ricchezza del mondo Simonswerk illustrata dal team commerciale e tecnico.

In mostra sullo stand sarà esposto tutto il ventaglio delle soluzioni SIMONSWERK. Si potranno toccare con mano un’ampia gamma di cerniere grazie ad una parete allestita con uno o più modelli in rappresentanza di ogni famiglia. VARIANT, BAKA ed in prima linea la famiglia TECTUS di cerniere a scomparsa, una tendenza che incontra il favore dell’architettura contemporanea, amante delle linee pure e semplici.

In anteprima assoluta verrà svelata una nuova cerniera della famiglia TECTUS, ideata specificatamente per l’Italia per assecondare le esigenze tipiche del mercato nazionale. Una scelta che dimostra la cura con la quale SIMONSWERK continua a svilupparsi nel paese.
 
Ad ulteriore prova dell’interesse di Simonswerk verso il mercato, assieme a Luca Marcon, responsabile commerciale per l’Italia, saranno presenti sullo stand Bruno Wilper, responsabile per l’area Centro-Sud Europa, Michael Meier, direttore generale di Simonswerk ed un team tecnico capitanato da Mario Gradke, product manager per l’estero, con i quali approfondire le tematiche più specifiche.
 
Spiega Luca Marcon, “La nostra presenza e notorietà sta crescendo in Italia, Made Expo 2015 è un’occasione d’incontro e di confronto stimolante con i professionisti, gli architetti ed anche ovviamente i serramentisti ed i produttori di porte ai quali saremo felici di presentare tutte le nostre soluzioni e le loro evoluzioni, in particolare il nuovo modello TECTUS specialmente pensato per l’Italia.” 

SIMONSWERK su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa