Carrello 0
“Dalla smart city alla smartland”: MECI investe nella riqualificazione
AZIENDE

“Dalla smart city alla smartland”: MECI investe nella riqualificazione

Grazie alla proroga degli incentivi fiscali, il Salone dell’edilizia punta sulle green solutions

09/03/2015 - Riqualificazione dell’esistente, risparmio energetico e sicurezza sono le parole d’ordine della 32^ edizione della MECI, la manifestazione fieristica di Erba dedicata all’edilizia civile e industriale che quest’anno sfida la crisi del settore e punta su un claim di assoluta avanguardia, “La rigenerazione urbana: dalla smart city alla smart land”.

Promossa da ANCE Como e Lecco in collaborazione con ANIT (Associazione Nazionale per l’isolamento termico e acustico), UNITEL (Unione Nazionale dei Tecnici degli Enti Locali), gli Ordini Professionali delle due province (Architetti, Ingegneri, Geometri e Periti industriali) e due prestigiosi atenei, il Politecnico di Milano - Polo Regionale di Lecco e l’Università degli Studi dell’Insubria, la MECI si svolgerà nei padiglioni del Centro Espositivo Lariofiere dall’11 al 13 aprile, portando una ventata di ottimismo fra gli operatori di settore: le aziende espositrici proporranno una vasta scelta di materiali edili, serramenti, pavimenti, rivestimenti, intonaci, scale, portoni industriali, veicoli commerciali e industriali, piattaforme aeree, ponteggi, gru e macchine movimento terra, ma anche soluzioni green di ultima generazione quali impianti a pannelli solari e ad isolamento termico, serramenti a risparmio energetico e proposte di bioedilizia che puntano sulla valorizzazione del legno quale materiale di costruzione naturale e adattabile a qualsiasi contesto abitativo.

Dopo il trend negativo che ha investito l’edilizia italiana a partire dal 2005, qualche spiraglio positivo si intravede nel rapporto ANCE datato 11 febbraio 2015 (www.ance.it), secondo il quale gli investimenti di riqualificazione del patrimonio abitativo dal 2008 al 2014 hanno fatto registrare un aumento dei livelli produttivi del 18,5%, molto probabilmente grazie alla proroga del potenziamento degli incentivi fiscali per le ristrutturazioni edilizie a risparmio energetico.

In base alla Legge di Stabilità (legge 190) approvata il 23 dicembre 2014, fino al 31 dicembre 2015 si potrà usufruire di una detrazione IRPEF pari al 50% della spesa sostenuta per una serie di interventi di ristrutturazione e riqualificazione edilizia fra i quali:

- manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari - - residenziali di qualsiasi categoria catastale;
- ricostruzione e ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi;
- eliminazione di barriere architettoniche aventi a oggetto ascensori e montacarichi;
- cablatura di edifici e contenimento dell’inquinamento acustico;
- risparmio energetico ottenuto tramite l’impiego di fonte rinnovabili, quali l’energia solare su cui si basano gli impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica;
- adozione di misure antisismiche con particolare riguardo all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica;
- bonifica dell’amianto.

Considerati i timidi segnali di ripresa riscontrati nel mercato immobiliare residenziale, che nei primi nove mesi  del 2014 ha fatto registrare una crescita del 2,2 % delle compravendite rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la 32^ edizione della MECI si rivolgerà a un duplice target: da una parte, ai professionisti delle imprese edili e delle aziende commerciali; dall’altra, ai privati interessati alla ristrutturazione del proprio nucleo abitativo e alle green solutions

MECI 2015 - 
Centro Espositivo Lariofiere, Erba (CO) - 11 - 13 aprile 2015 
Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.fierameci.com/
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati