Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Fotovoltaico sul tetto del fabbricato adiacente, ok al superbonus
NORMATIVA Fotovoltaico sul tetto del fabbricato adiacente, ok al superbonus
NORMATIVA

Sblocca Italia, via libera agli ultimi 2 miliardi per le opere urgenti

di Paola Mammarella

I cantieri dovrebbero partire entro il 31 agosto 2015, ma il decreto attuativo fissa margini più elastici

Vedi Aggiornamento del 10/09/2015
06/03/2015 – Via libera all’ultima tranche di finanziamenti per il proseguimento delle opere urgenti previste dallo Sblocca Italia. Il Ministero delle Infrastrutture, di concerto con quello dell’Economia, ha varato un decreto che destina quasi 2 miliardi di euro al completamento di una serie di interventi.
 
Condizione per non perdere i finanziamenti è che i lavori siano appaltati entro il 30 aprile 2015 e cantierati entro il 31 agosto 2015.
 
Come già accaduto con lo stanziamento dei primi 1394 milioni per la velocizzazione degli altri cantieri previsti dallo Sblocca Italia, anche in questo caso vengono ammorbiditi i termini che portano alla perdita dei finanziamenti.
 
Per non vedersi revocare le risorse assegnate alle singole opere, non sarà necessario rispettare tassativamente le date del 30 aprile per l’affidamento dei lavori e del 31 agosto per l’inizio del cantiere, ma sarà sufficiente rispettare una serie di condizioni fissate dal decreto.
 
In altre parole, ciò significa che devono esserci le condizioni perché le opere risultino appaltabili e cantierabili, ma non è necessario che i lavori siano effettivamente affidati entro il 30 aprile e che i cantieri partano entro il 31 agosto.
 
Per quanto riguarda la metropolitana di Torino, il Comune deve sottoscrivere l’atto di conferma di acquisto e posa in opera del Sistema VAL (il sistema di metropolitana automatico scelto dal Comune) e presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per la Conferenza di servizi e per l’approvazione da parte del Cipe.
 
Per la Tranvia di Firenze il Comune deve pubblicare i bandi di gara per la progettazione del sotto attraversamento e trasmettere alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per la Conferenza di servizi e per l’approvazione da parte del Cipe.
 
Nell’ambito dei lavori di ammodernamento e adeguamento della Salerno-Reggio Calabria, l’Anas deve presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per l’approvazione del Cipe e pubblicare il bando entro 60 giorni dall’approvazione del Cipe.
 
Il soggetto aggiudicatore dell’adeguamento della strada statale Telesina, deve presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per l’approvazione del Cipe.
 
Per il completamento della SS291, l’Anas deve presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per l’approvazione del Cipe e pubblicare il bando entro 60 giorni dall’approvazione del Cipe.
 
L’Anas per la realizzazione della Variante della Tremezzina deve trasmettere alla Direzione competente del Ministero delle Infrastrutture  il progetto definitivo da sottoporre alla Conferenza di servizi e, entro 60 giorni dalla chiusura della conferenza, approvare il progetto definitivo e pubblicare il bando.
 
Il soggetto aggiudicatore dell’asse viario Masserano Ghemme deve presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per l’approvazione del Cipe.
 
Il soggetto aggiudicatore per la realizzazione del ponte tra l’autostrada per Fiumicino e l’Eur deve presentare gli elaborati progettuali alla Conferenza di servizi e pubblicare il bando.
 
Per l’asse viario Gamberale – Civitaluparella in Abruzzo, l’Anas deve presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per l’approvazione del Cipe e pubblicare il bando entro 60 giorni dall’approvazione del Cipe.
 
Per la realizzazione del Primo lotto Asse viario SS 212 Fotorina, l’Anas deve presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali idonei per l’approvazione del Cipe e pubblicare il bando entro 60 giorni dall’approvazione del Cipe.
 
La Brenner Basis Tunnel, che deve realizzare il tunnel di base del Brennero, dopo l’autorizzazione del Cipe deve pubblicare il bando o le manifestazioni di interesse e predisporre le infrastrutture di cantiere necessarie all’avvio dei lavori.
 
Per il quadruplicamento della linea ferroviaria Lucca Pistoia, RFI deve pubblicare il bando di gara o le manifestazioni di interesse e affidare i lavori e i servizi della tratta  Pistoia – Montecatini.
 
Per gli interventi sugli aeroporti di Firenze e Salerno le società di gestione o, in loro mancanza, l’Enac devono pubblicare i bandi entro 60 giorni dall’approvazione dei progetti definitivi da parte del Ministero delle Infrastrutture.
 
Per il completamento del sistema idrico, la Regione Abruzzo deve presentare alla Struttura Tecnica di Missione gli elaborati progettuali per l’approvazione e pubblicare il bando di gara.
 

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui