Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate, il credito falso deve essere sempre sequestrato
NORMATIVA Bonus facciate, il credito falso deve essere sempre sequestrato

Gli architetti europei sono flessibili, resilienti e internazionali

Consiglio Europeo degli Architetti: il 18% ha studiato all’estero e il 5% ha lavorato in un’altra nazione

Vedi Aggiornamento del 20/05/2016
di Alessandra Marra
Vedi Aggiornamento del 20/05/2016
05/03/2015 - Gli architetti europei sono resilienti, ovvero capaci di riorganizzare il loro lavoro in base alle esigenze di mercato, flessibili e aperti al mercato internazionale.

Queste alcune considerazioni emerse dal quarto studio di settore del Consiglio europeo degli architetti (Ace) che ogni due anni raccoglie e analizza i dati statistici, sociologici ed economici sugli architetti europei, e sul mercato architettonico in generale.

La resilienza e la flessibilità sono evidenti dal fatto che per mantenere un certo profitto gli architetti europei abbiano privilegiato le pratiche di modesta entità, aumentate infatti del 22% dal 2012, pittosto che concentrarsi su pochi grandi interventi, che infatti sono diminuiti.
 
Così facendo il reddito medio europeo della professione si attesta sempre a circa 29 mila euro, al lordo delle imposte, come per il 2012.
 
Inoltre lo studio ha esaminato la formazione transfrontaliera e il lavoro, dimostrando che l'architettura è una professione internazionale: il 18% si è formato in un altro paese, il 35% ha preso in considerazione di lavorare in un altro paese anche se solo il 5% in realtà lo ha fatto.

Nonostante la crisi degli ultimi anni il numero di architetti in Europa è in crescita, con un incremento del 6% dal 2012 e con circa 567.000 architetti europei; ben il 27% di essi proviene dall’Italia con circa 153.000 architetti, seguono la Germania (con circa 107.200), la Spagna (51.700), la Turchia (44.700), il Regno Unito (34.300) e la Francia (29.800).
 
L’età media dei professionisti è superiore ai 40; infatti solo un terzo degli architetti ha meno 40, mentre i due terzi risultano superarli. I paesi con il maggior numero di giovani architetti sono il Portogallo, la Turchia e Grecia.
 
Le donne che esercitano la professione sono più giovani dei colleghi uomini, il 46% delle donne ha un'età sotto 40, rispetto al 26% degli uomini. Inoltre le professioniste sono aumentate dal 2012 attestandosi attualmente intorno al 39% degli architetti europei.
 
Il 78% degli architetti europei lavora a tempo pieno, il 15% lavora a part-time e 7% non lavora; la percentuale di quelli che lavora a tempo pieno però è aumentata rispetto al sondaggio del 2012, anche se rimane inferiore sia a quello del 2010 che al 2008.
 
Un segnale positivo si riscontra anche nel tasso di disoccupazione che risulta essere minore di quello registrato nel 2012; anche se la situazione è migliorata soprattutto nel Nord Europa mentre al Sud risulta esserci ancora una situazione problematica; i livelli più elevati di disoccupazione si registrano infatti in Portogallo, Spagna e Grecia.

Lo studio mostra che la domanda di servizi di architettura rimane modesta con una maggiore crescita concentrata solo nella periferia dell'Europa. Nel complesso la produzione edilizia è stata piatta per gli ultimi cinque anni, con il mercato architettonico in discesa del 5% dal 2012.
 
Tuttavia rispetto agli anni precedenti sono più numerosi coloro che prevedono un aumento di lavoro (32,5%) rispetto a chi si aspetta un calo (23,7%); la maggioranza però non prevede alcun cambiamento nella situazione attuale (43%).
 

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
stufadelsistema

Veramente tutti i liberi professionisti, e non solo gli architetti sono diventati flessibili...ormai accettiamo lavori di tutti i tipi...hanni di studio buttati per passare da uno stage all'altro....che vergogna!!!!!!!!!!!

Sondaggi Edilportale
Energia, edilizia, impianti, progetto: la Renovation Wave è il futuro?
Partecipa
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione