Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Case Cantoniere, nuovo bando Anas per darle in concessione
LAVORI PUBBLICI Case Cantoniere, nuovo bando Anas per darle in concessione
PROFESSIONE

Partite Iva: tutte le categorie contro la pressione fiscale

di Alessandra Marra

Lavoratori autonomi, liberi professionisti e freelance chiedono una previdenza più equa e sostenibile

Vedi Aggiornamento del 03/11/2015
Commenti 15404
03/03/2015 – Riformare l’attuale sistema contributivo di tutte le casse previdenziali, private ed ordinistiche, secondo i principi dell’equità e della solidarietà, e diminuire la pressione fiscale, a tutti i livelli, per i lavoratori autonomi. 
 
Queste le principali necessità messe in risalto da liberi professionisti, freelance e precari nel corso della manifestazione del 27 febbraio 2015, a Roma, contro il regime fiscale e previdenziale di tutte le professioni e le categorie.
 
La manifestazione è stata organizzata dal Movimento Generale Avvocati (MGA) ma ha visto la partecipazione di diverse associazioni di lavoratori autonomi e liberi professionisti ordinisti che si sono resi conto di come la coalizione e l’alleanza siano fondamentali per il cambiamento.

Anche i professionisti dell’area tecnica (Ingegneri, Architetti, Geometri, Geologi) si sono uniti agli avvocati e ai farmacisti per rivendicare l’equità fiscale e previdenziale; l’ing. Michele Privitera, presidente del Comitato Professioni Tecniche ha infatti dichiarato: “L’alleanza politica dei professionisti è l’unica via che ci potrebbe consentire di affrontare e di risolvere i problemi comuni a tutte le categorie professionali, e tra questi vi è innanzitutto l’eccessiva ed iniqua pressione fiscale e previdenziale”.
 
“Il Comitato – ha continuato il presidente Privitera – impiegherà le prossime settimane a prendere contatto con le altre libere associazioni di categoria dei professionisti dell’area tecnica. Creeremo una rete tra i vertici delle associazioni e ci riuniremo con MGA e le altre associazioni per dare un’unica voce ai professionisti Italiani”.
 
Dopo la manifestazione infatti tutte le associazioni presenti si sono impegnate a fare rete per lanciare azioni comuni per un fisco e una previdenza più equi e per far prevalere il diritto dei lavoratori autonomi.
 
“Finalmente inizia a concretizzarsi la coalizione tra  le professioni intellettuali, ordinistiche e non ordinistiche, coalizione da estendere a tutti i lavoratori autonomi e a tutte le partite iva – ha dichiarato Cosimo D. Matteucci,  presidente dell’associazione  nazionale M.G.A. (Mobilitazione Generale degli Avvocati)­  – Ai problemi comuni dobbiamo trovare delle soluzioni comuni considerando che nè la politica, nè i sindacati riescono a farsi portatori delle nostre istanze”.
 
Il nodo fondamentale della discussione è stato quello previdenziale in quanto negli ultimi anni le riforme previdenziali, sia delle Casse private sia di tutte le Casse dei liberi professionisti ordinisti, hanno generato grande malcontento nei propri iscritti, soprattutto nei più giovani e in quelli con  bassi redditi.
 
Le varie associazioni, pur dovendosi confrontare con istituiti previdenziali diversi, hanno riscontrato che i problemi di tutti i professionisti sono gli stessi: minimi obbligatori troppo alti rispetto ai redditi della categoria, nessuno sostegno per i redditi professionali bassi e medio bassi, pensioni drasticamente decurtate per i neo-iscritti, mancanza di solidarietà e di equità da parte dei redditi più alti e di chi ha beneficiato di più vantaggiosi trattamenti pensionistici, assenza di ammortizzatori sociali per i professionisti.
 
Per questo i vari movimenti hanno deciso di organizzare una serie di eventi che vedranno protagoniste le diverse Casse Previdenziali, a cui la rete di associazioni aderirà, secondo il principio di solidarietà intercategoriale (siamo tutti lavoratori e cittadini prima che ingegneri, architetti, avvocati, farmacisti ecc) come avvenuto il 27 febbraio.
 
Le associazioni che hanno partecipato all’iniziativa e hanno fatte rete fra di loro sono: Mobilitazione Generale degli Avvocati (MGA), Iva sei partita, Inarcassa Insostenibile, Comitato Professioni Tecniche, Associazione Consulenti Terziario Avanzato (Acta), Associazione Regionale Liberi Professionisti Architetti e Ingegneri (ASSOARCHING), Geomobilitati, No Cassa Edile, Associazione Difensori d'Ufficio, Archivisti in Movimento, Associazione Stampa Romana, Associazione 20 maggio, Camere del Lavoro Autonomo e Precario, Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane, La Furia dei Cervelli, Sciopero Sociale e Sindacato Traduttori Editoriali.


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Giuseppe

Branca branca leon leon


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa