Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus 110%, come funziona la detrazione 90% dell’assicurazione
RISTRUTTURAZIONE Sismabonus 110%, come funziona la detrazione 90% dell’assicurazione
PROFESSIONE

Sardegna: i tecnici esterni ‘riabilitati’ alla progettazione di opere pubbliche

di Alessandra Marra

Soddisfatto il Consiglio Nazionale Ingegneri: 'si ridà centralità al progetto'

Vedi Aggiornamento del 20/11/2018
Commenti 4492
25/03/2015 – I progettisti esterni potranno partecipare, senza nessuna restrizione, alla progettazione di opere pubbliche regionali; infatti nella Finanziaria regionale 2015, pubblicata sul Buras, è stato modificato il comma 1 dell’articolo 5 che prevedeva l’eliminazione degli intermediari esterni che tanto aveva preoccupato i professionisti tecnici sardi.
 
La versione finale del documento rappresenta un successo per il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e gli ordini provinciali della Sardegna insieme alla Rete Professioni Tecniche, che erano intervenuti in merito al ruolo dei progettisti esterni in materia di opere pubbliche.
 
Il Consiglio Nazionale era intervenuto in particolare, contro il provvedimento che prevedeva il trasferimento all’interno della regione Sardegna delle funzioni di studio, progettazione ed attuazione delle opere pubbliche di competenza regionale.
 
Aveva in più suscitato polemiche la motivazione di tale decisione ovvero il “conseguire evidenti vantaggi in termini di riduzione dei tempi di esecuzione delle opere mediante l’eliminazione dei cosiddetti ‘intermediari esterni’ nelle attività di progettazione e realizzazione delle infrastrutture pubbliche”.
  
Gli ingegneri in una nota avevano sottolineato la professionalità dei progettisti esterni che ogni giorno lavorano sul campo per la realizzazione delle opere pubbliche, facendo notare la singolarità della  decisione del governo regionale di non avvalersi più di queste preziose collaborazioni.
 
La Regione Sardegna aveva già dichiarato che avrebbe provveduto a modificare il testo della legge secondo le osservazioni degli ingegneri.
 
Infatti nella versione pubblicata dal Buras, manca qualsiasi riferimento all’eliminazione dei progettisti esterni dalle procedure tecniche relative alla opere pubbliche.
 
“Esprimiamo soddisfazione per la partecipazione attiva dei professionisti e per l'accoglimento delle proposte che mettono al centro il progetto nel percorso di programmazione, progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione delle opere e infrastrutture pubbliche”, ha detto Gianni Massa, Vicepresidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Che poi ha aggiunto: “l'esercizio e la partecipazione attiva diviene ancora più importante quando arrivano idee e proposte condivise sul tavolo delle regioni e della conferenza stato – regioni”.


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui