Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Pannelli innovativi per l’edilizia con prodotti di scarto, il progetto di Enea
TECNOLOGIE Pannelli innovativi per l’edilizia con prodotti di scarto, il progetto di Enea
AZIENDE

Veicoli ibridi ed elettrici a Solarexpo-The Innovation Cloud 2015

Commenti 1814
08/04/2015 - Solarexpo-The Innovation Cloud 2015 non sarà solo fotovoltaico, storage e tecnologie per lo smart buildings.
In questa edizione (8-10 Aprile al MiCo-Fiera Milano Congressi) nel padiglione fieristico del MiCo troverà ampio spazio anche la mobilità ibrida ed elettrica.

Verranno esposti veicoli a quattro e due ruote di Audi, BMW, BMW Motorrad, Mercedes-Benz, Fuso, Citroën, Renault e Ford. Saranno inoltre presenti le aziende di car sharing CAR2GO e Amico Blu e i distributori di colonnine di ricarica Route 220, con la colonnina di ricarica prodotta da ABB, e Green Energy, con la colonnina di ricarica Gamesa.

Ogni casa automobilistica metterà a disposizione due veicoli per il test drive nell'area esterna al padiglione. Saranno in tutto 11 i veicoli a disposizione dei visitatori della fiera: Mercedes Classe B elettrica e Mercedes Classe C berlina ibrida, Audi A3 G-Trone e Audi A3 E-trone, BMW i3 e BMW Motorrad C evolution, Citroën Berlingo elettrico, Renault ZOE zen e Renault Twizi Cargo, Ford Mondeo ibrida e Ford Focus tdci turbo diesel.

È già possibile prenotare la prova gratuita dei veicoli attraverso il sito di Top Parters, che ha curato la realizzazione dell'area in collaborazione con Solarexpo-The Innovation Cloud; oppure si potrà farlo direttamente presso il loro stand (livello 0 - F40).
In Italia le auto ibride oggi rappresentano l’1,6% del totale. Quelle elettriche nel 2014 sono aumentate del 27% rispetto al 2013, ma parliamo comunque di numeri molto bassi, tanto che lo quota sul totale è inferiore all’1%.

Il prezzo d'acquisto delle auto elettriche è ancora alto. Tuttavia a parità di prezzo i mezzi elettrici sarebbero molto convenienti, avendo costi variabili e di manutenzione molto bassi. Il motore non è soggetto a usura e la vita della batteria e quella dell'auto spesso coincidono.
Secondo le ultime stime CIVES (Commissione Italiana Veicoli Elettrici Stradali a batteria), per raggiungere l’obiettivo UE occorrerebbe che nel 2020 la loro quota del mercato fosse tra l’8 e il 12%, in relazione alla loro ripartizione nelle diverse tipologie a batteria, ibridi plug-in e range-extended. Per l’Italia vorrebbe dire 150-200mila auto elettriche vendute nel solo 2020. Un obiettivo difficile da raggiungere se consideriamo che negli ultimi tre anni ne sono state vendute meno di 2.000. Servirebbe a questo scopo una politica nazionale omogenea che sostenga lo sviluppo del settore.

Questi temi saranno affrontati all'interno dell'edizione 2015 di Solarexpo-The Innovation Cloud anche nell’ambito del convegno organizzato da Top Partners “Aziende e Green Mobility”, previsto per giovedì 9 aprile dalle 9,30 alle 13, nella sala Amber 6.
“Ritengo che in un sistema elettrico come il nostro - commenta Luca Zingale, Direttore Scientifico di Solarexpo-The Innovation Cloud - caratterizzato da un forte eccesso di offerta, dal calo della domanda e da una crescente penetrazione delle rinnovabili ‘non programmabili’, la diffusione della mobilità elettrica potrebbe negli anni diventare un’opportunità e una soluzione. Con il supporto di tecnologie vehicle to grid, i mezzi elettrici oltre a sostenere la domanda potrebbero fungere da sistemi di accumulo diffusi e stabilizzatori della rete. Ma questo contesto si realizzerà solo quando avremo in Italia una diffusione capillare dei questi mezzi. Secondo alcune stime, con circa 3-4 milioni di auto elettriche la domanda elettrica nazionale aumenterebbe non più del 2-3%”.

“Quello che serve – spiega Zingale – è attivare politiche di defiscalizzazione tali da rendere il costo di acquisto di un'auto elettrica, attualmente ancora molto alto, almeno uguale a quello di una con motore a combustione interna”.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui