Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Al via la seconda fase di ‘1000 cantieri per lo sport’

di Alessandra Marra

Dall’11 maggio le domande per mutui a tasso zero fino a 150.000 euro per realizzare 500 impianti sportivi di base

Vedi Aggiornamento del 14/09/2015
17/04/2015  - Dall’11 maggio al 15 luglio 2015 sarà possibile presentare le domande per accedere a mutui a tasso zero fino a 150 mila euro per interventi volti a realizzare o ristrutturare impianti sportivi di base. 
 
Così prende il via l’iniziativa “500 impianti sportivi di base”, nell’ambito del progetto “1000 cantieri per lo sport”, nato dalla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’Istituto per il Credito Sportivo (ICS).
 
Grazie a questo piano associazioni e società sportive dilettantistiche, parrocchie ed enti religiosi, onlus, federazioni sportive, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, Comuni e Province, possono ottenere mutui a tasso zero per la ristrutturazione o la realizzazione di impianti sportivi di base.
 
Gli interventi previsti sono almeno 500 e saranno equamente distribuiti a livello territoriale; i beneficiari potranno ottenere mutui a tasso zero fino a 150 mila euro per una durata di 15 anni (enti Locali) o di 10 anni (altri beneficiari).
 
Per finanziare la parte di progetto eccedente la quota di 150 mila euro coperta dal mutuo a tasso zero si potrà ottenere un mutuo con un contributo negli interessi dell'1,20% per gli Enti Locali e dell’1,50% per gli altri soggetti beneficiari.
 
Tra gli interventi ammissibili, per progetti fino ad 1 milione di euro, sono individuate delle priorità costituite da interventi su impianti esistenti, totalmente o prevalentemente relativi a lavori di efficientamento energetico, abbattimento barriere architettoniche, adeguamento e messa a norma e bonifica dell’amianto o altre priorità individuate su base regionale.
 
Sono inoltre ammissibili interventi per ristrutturare, ammodernare, ampliare, completare, attrezzare, riconvertire, mettere a norma e in sicurezza, compresi gli interventi di bonifica dell’amianto, gli impianti sportivi di base esistenti o per realizzarne di nuovi.
 
Le domande si potranno presentare a partire dalle ore 10:00 dell’11 maggio 2015 mediante invio di PEC all’indirizzo impiantisportividibase@legalmail.it e fino alle ore 17 del 15 luglio 2015.
 
Clicca qui per prendere nota dei requisiti previsti per l’accesso alle agevolazioni, del regolamento e della modulistica per richiedere il contributo.
 
Successivamente sarà resa disponibile la documentazione necessaria per completare la richiesta di mutuo per coloro che saranno ammessi alla seconda fase.
 
Ricordiamo che la prima parte del progetto, che si è conclusa il 16 marzo 2015, aveva l’obiettivo di incentivare, attraverso mutui a tasso agevolato, la manutenzione, la ristrutturazione o la costruzione ex-novo di impianti sportivi scolastici su tutto il territorio nazionale.
 
Secondo i dati diffusi dall’ICS, sono stati stanziati 123 milioni di euro (circa 90 milioni a tasso zero e circa 32 allo 0,4%) agli enti locali accogliendo tutte le 729 richieste pervenute.

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati