Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Edilportale Tour, a Rimini focus sulle tecnologie per la casa

Commenti 6128

Le soluzioni per un’abitazione confortevole, sicura, salubre e che non sprechi energia

Vedi Aggiornamento del 05/06/2015
Commenti 6128
15/04/2015 - “L’energia comincia a scarseggiare e a costare sempre di più. Abbiamo un problema serio: dobbiamo cambiare il modo di utilizzare l’energia per rilanciare l’economia”. Una denuncia forte quella che Norbert Lantschner ha lanciato ieri nella sesta tappa di Edilportale Tour 2015 a Rimini nel fantastico scenario di Ecoarea.
 
“Dobbiamo ridurre drasticamente l’impegno di energia e la produzione di gas serra. L’Europa del 2010, ha scelto case a consumo zero. Oggi stiamo consumando 3 gocce di petrolio al secondo. Dobbiamo arrivare a consumare una goccia di petrolio al secondo, Il nostro lavoro è rifare ciò che abbiamo costruito nell’ultimo secolo perché non possiamo più consumare tutta questa energia. L’unico watt sostenibile è il negawatt” - ha concluso Lantschner.

Guarda le foto del convegno
 
Scarica gli atti del convegno

Guarda il video dell'evento

Efficientamento significa tecnologia abbinata agli stili di vita. In questo frame a farla da padrona sono le abitazioni che oggi, secondo Chiara Tonelli, docente all’Università degli Studi “Roma 3”, sono la principale fonte di produzione di anidride carbonica. Diventa un must dunque lavorare sul concetto di casa brillantemente espresso dal prototipo Rhome for denCity che ha portato l’Università di Roma Tre a vincere la competizione Solar Decathlon.
 
Bisogna concepire i progetti in maniera innovativa. “Uno dei sogni che ho nel cassetto - ha continuato Tonelli, team leader del progetto - è quello di portare la competizione in Italia. Solo così più persone capiranno a che punto siamo arrivati e cosa possiamo fare, e solo così possiamo intraprendere la strada del cambiamento”.
 
La società sta diventando sempre più anziana. È necessario avere dei modelli sociali di riferimento. Dobbiamo far ricorso alle tecnologie per avere una casa confortevole e sicura, in grado di adattarsi al nostro modo di vivere. Una strada percorribile esiste: produrre e consumare energia gestendo la casa. È quanto ha affermato Sauro Longhi, Rettore dell’Università Politecnica delle Marche.
 
“Ma gestire le nostre case - ha aggiunto Leopoldo Busa, progettista esperto di qualità dell’aria indoor - equivale anche a garantire qualità ambientale all’interno delle stesse. Solo così al comfort si associa la salute umana. Per vivere bene dobbiamo stare bene e vivere in un ambiente sano, salubre e privo di formaldeide”.
 
Ma cosa ci stiamo perdendo dal punto di vista progettuale? A fornire alla platea una possibile risposta è Giulio Camiz, progettista Velux. “Bisogna sapere che ci sono alcuni parametri, come il fattore medio di luce diurna o il calcolo dell’equilibrio di luminanze che i progettisti possono sfruttare per garantire al massimo le potenzialità di un involucro nonché generare comfort visivo. Come progettisti siamo chiamati a  dare un senso agli spazi con ambienti stimolanti”.
 
Sono seguiti gli interventi di Giorgio Di Ludovico (Tecnova) con un’illustrazione degli spessori con thermoshield, mentre l’importanza di fondamenta e sistemi a secco sono stati descritti rispettivamente da Salvatore Giorgio (Sicilferro) ed Elena Salvini (Knauf).

ISCRIVITI ALLA TUA TAPPA
 
La partecipazione all’Edilportale Tour dà diritto a crediti formativi (secondo quanto deciso dai singoli Ordini e Collegi professionali provinciali) per ingegneri, geologi, geometri e periti industriali e a 4 crediti formativi per gli architetti, utili all’assolvimento dell’obbligo di aggiornamento professionale.

Edilportale Tour è un’iniziativa di Edilportale in collaborazione con Velux, Knauf, Tecnova Group, Sicilferro.
Con la partecipazione di: Gruppo24Ore, Isopan, Bticino, Alessandro Pierantoni, Henkel, Hella, Corradi, Penetron, Gruppo Forest.
Partner organizzativo: Agorà
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui