Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, gli edifici plurifamiliari con unico proprietario potrebbero ottenerlo
NORMATIVA Superbonus 110%, gli edifici plurifamiliari con unico proprietario potrebbero ottenerlo
RISPARMIO ENERGETICO

Riqualificazione energetica: un vademecum per l’Ecobonus 65%

di Alessandra Marra

L’Enea aggiorna le guide per ottenere le detrazioni sulle schermature solari e le caldaie a biomassa

Vedi Aggiornamento del 12/07/2016
Commenti 20393
07/04/2015 – L’Enea ha aggiornato i due Vademecum sulle procedure da seguire per poter beneficiare delle detrazioni 65% per schermature solari e per generatori di calore a biomasse.
 
Nelle guide aggiornate ad aprile vengono specificati i requisiti tecnici degli interventi, le procedure da seguire e la relativa documentazione da inviare all’Enea.

Detrazioni 65% per ‘Schermature solari’
 
Per poter usufruire delle detrazioni l’immobile oggetto dell’intervento deve avere i seguenti requisiti:
• alla data della richiesta di detrazione, deve essere “esistente”, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso;
• deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi;
• in caso di ristrutturazione senza demolizione, se essa presenta ampliamenti, non è consentito far riferimento al comma 344, ma ai singoli commi 345, 346 e 347 solo per la parte non ampliata.
 
Per usufruire delle agevolazioni l'intervento deve rispettare i seguenti requisiti tecnici:
 • l’installazione dei sistemi di schermatura dev'essere conforme all’allegato M al DLgs 311/2006;
• le schermature solari devono possedere una marcatura CE, se prevista.
 
Inoltre è necessaria la seguente documentazione tecnica-amministrativa:
• fatture relative alle spese sostenute;
• ricevuta del bonifico bancario o postale che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico;
• ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa;
• schede tecniche;
• originali inviati all’ENEA firmati (dal tecnico e/o dal cliente).
 
La documentazione va trasmessa all’Enea esclusivamente attraverso l’apposito sito web relativo all’anno in cui sono terminati i lavori, entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori, come da collaudo delle opere o nel caso di interventi di riqualificazione energetica di basso impatto (ad esempio la sostituzione di infissi), come da dichiarazione di conformità.
 
Ricordiamo che con il Dlgs 175/2014 è stato soppresso l'obbligo di inviare una comunicazione per via telematica all'Agenzia delle Entrate, per i soli lavori che proseguono oltre il periodo di imposta.
 
Detrazioni 65% perCaldaie a biomassa’
 
L’immobile oggetto dell’intervento per poter usufruire delle detrazioni deve avere i seguenti requisiti:
• alla data della richiesta di detrazione, deve essere “esistente”, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso;
• se l’intervento consiste in una sostituzione dell’impianto preesistente, l’immobile deve essere dotato di impianto di riscaldamento;
• deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi;
• in caso di ristrutturazione senza demolizione, se essa presenta ampliamenti, non è consentito far riferimento al comma 344, ma al singolo comma 347 e solo per la parte non ampliata.
 
Inoltre bisogna rispettare i seguenti requisiti tecnici:
• l’intervento può configurarsi come sostituzione totale o parziale del vecchio generatore termico o come nuova installazione, sugli edifici esistenti;
• deve inoltre avere un rendimento utile nominale minimo non inferiore all’85%  e deve rispettare i criteri dei requisiti tecnici stabiliti dal provvedimento di cui all’articolo 290, comma 4, del DLgs 152/2006 (dal 29/3/2012, in base al punto 1 dell’Allegato 2 del DLgs. 28/2011).
 
Sono inoltre agevolabili anche le operazioni di smontaggio e dismissione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente e la fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, delle opere idrauliche e murarie necessarie per la sostituzione, a regola d’arte, dell’impianto termico esistente con una caldaia a biomassa.
 
E’ necessaria un’asseverazione redatta da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto, geometra o perito iscritto al proprio Albo professionale) attestante i requisiti tecnici tecnici.  
 
L’asseverazione può essere sostituita dalla dichiarazione resa dal direttore dei lavori sulla conformità al progetto delle opere realizzate o essere esplicitata nella relazione attestante la rispondenza alle prescrizioni per il contenimento del consumo di energia degli edifici e relativi impianti termici.  
 
La documentazione tecnico-amministrativa necessaria è la seguente:
• fatture relative alle spese sostenute;
• ricevuta del bonifico bancario o postale che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico;
• ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa. Nel caso di invio postale, ricevuta della raccomandata postale;
• schede tecniche;
• originale dell’Allegato inviato all’ENEA firmato (dal tecnico e/o dal cliente).
 
Anche in questo caso la documentazione va trasmessa all’Enea con le modalità esplicitate sopra.
 
Per completezza ricordiamo i requisiti tecnici necessari per gli altri interventi detraibili per il 2015.
 
Detrazioni 65% perSerramenti e infissi’ e ‘Coibentazione pareti e coperture’
 
Requisiti tecnici:
• l’intervento deve configurarsi come sostituzione o modifica di elementi già esistenti (e non come nuova realizzazione);
• deve delimitare un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati;
• deve assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw /U) uguale o inferiore a quello riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010.
 
Detrazioni 65% per ‘Riqualificazione globale dell’edificio’

Requisiti tecnici:
• l’intervento deve assicurare un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale non superiore ai valori limite definiti all’allegato A del D.M. 11 marzo 2008;
• deve essere relativo all’intero edificio;
• in caso di ristrutturazione senza demolizione, se essa presenta ampliamenti, non è consentito far riferimento al comma 344, ma ai singoli commi 345, 346 e 347 e solo per la parte non ampliata.
 
Detrazioni 65% per ‘Pannelli solari’

Requisiti tecnici:
• i pannelli solari s’intendono agevolabili per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università;
• i pannelli solari e i bollitori impiegati devono essere garantiti per almeno cinque anni;
• gli accessori e i componenti elettrici ed elettronici devono essere garantiti almeno due anni;
• i pannelli solari devono possedere una certificazione di qualità conforme alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976 rilasciata da un laboratorio accreditato. Sono equiparate alle norme UNI EN 12975 e UNI EN 12976 le norme EN 12975 e EN 12976 recepite da un organismo certificatore nazionale di un Paese membro dell’Unione Europea o della Svizzera;  
• l’installazione dell’impianto deve essere eseguita in conformità con i manuali di installazione dei principali componenti.


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa