Carrello 0
Wellness e relax nella residenza di montagna a La Thuile
CASE & INTERNI

Wellness e relax nella residenza di montagna a La Thuile

di Valentina Ieva

Il progetto Nira Montana firmato da Simone Del Portico in Valle d'Aosta

11/05/2015 - Si trova a La Thuile, in Valle d'Aosta, l'hotel Nira Montana realizzato a firma di Simone Del Portico. Il concept di questa residenza di montagna, dotata di ristorante e spa attrezzatissima, punta sull'accostamento dei materiali e sul carattere 'emozionale' degli spazi destinati al wellness e al relax.

Particolare cura e attenzione è stata rivolta alla scelta e all’origine dei materiali di rivestimento degli interni: dal vecchio legname di recupero, ai parquet in rovere posati a doghe di forma irregolare e naturale, senza scarti di materiali, alle vernici dal ridotto impiego di solventi sintetici. 

Il legno non è l'unico protagonista degli spazi, in quanto abbinato all'uso del ferro, del corten, dell'intonaco e delle carte da parati. Accostamento che si ripropone negli arredi in legno grezzo di recupero con profili in ferro. 

La scelta di complementi ed accessori, invece, rappresenta una sorta di sintesi tra i più noti brand di design contemporaneo e la sobrietà delle linee e la capacità evocativa tipica dell’arredo alpino tradizionale, dalle sedie a dondolo, alle decorazioni artigianali, alle teste di cervo in resina bianca.

Alcune sale della struttura ospitano le opere di vari artisti contemporanei, rinnovate periodicamente, con lo scopo di offrire benessere alla mente, oltre che al corpo, grazie alla presenza dell'arte unita al design, all'architettura e all'artigianalità.

La grande spa comprende piscina, sauna, bagno turco, vitarium per cromo e aroma terapia, cabina per bagno Rasul, sale massaggio, zone relax e aree accessibili alla clientela in forma privata. 

La struttura, progettata con una serie di accorgimenti per limitare i consumi energetici, è dotata di un avanzato sistema di teleriscaldamento collegato alla centrale termica di LaThuile, alimentata a biomasse legnose, in grado di assicurare sia il riscaldamento delle utenze che l’immissione di corrente elettrica ‘pulita’ nella rete pubblica.

Sono stati impiegati pannelli solari per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria e tutte le rubinetterie adottano aeratori che riducono il consumo di acqua in uscita, miscelandola con l’aria. 
 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
La domotica, quali risvolti sociali ed economici per le famiglie? Leggi i risultati