Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
PROFESSIONE

In arrivo la laurea triennale per diventare supergeometri

di Alessandra Marra

Il percorso triennale si svolgerà negli Istituti tecnici superiori sotto la supervisione dell’Università

Vedi Aggiornamento del 26/10/2016
Commenti 47058
06/05/2015 – L’ Assemblea dei Presidenti degli ordini territoriali dei Geometri ha dato parere favorevole alla proposta del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL) che prevede un percorso triennale post-diploma per formare il supergeometra.
 
Nel corso dell’appuntamento, il Presidente del CNGeGL, Maurizio Savoncelli e il Vice Presidente del CNGeGL, Antonio Benvenuti, hanno riepilogato le attività dell’ultimo periodo sul tema della riforma del percorso di accesso alla professione ed è emersa la volontà ad ultimare tutto entro il 2015.
 

La proposta di laurea triennale per geometri

La proposta dei Geometri, avanzata già qualche mese fa, prevede la creazione di un corso professionalizzante post diploma, con un valenza universitaria, rivolto esclusivamente agli studenti degli istituti tecnici “Costruzioni ambiente e territorio” (CAT), cioè i futuri geometri.
 
Il corso di studi si svolgerà all’interno dello stesso istituto che ha ospitato lo studente fino al diploma, in un ambiente già organizzato con aule, laboratori, docenti, personale Ata, con conseguente risparmio, secondo il CNGeGL, di tempo e denaro per gli studenti e le rispettive famiglie.
 
Inoltre il percorso abilitante, pur svolgendosi negli istituti scolastici, sarà coordinato dall’Università e la "didattica sarà allineata alle direttive dell'Europa in materia".
 

I vantaggi per i supergeometri

In questo modo i giovani avranno il vantaggio di essere altamente qualificati ed entrare nel mondo del lavoro già a 22 anni, in quanto il percorso prevede l'abilitazione diretta alla professione.
 
Tra i punti di forza messi in evidenza dal CNGeG i nuovi “laureati” avranno un curriculum bloccato, ovvero i piani di studi saranno scelti direttamente dal Consiglio nazionale geometri e le università non potranno presentare un piano di studi differenti da quello proposto dal CNGeG. 
 
Inoltre secondo il CNGeG si risolveranno i problemi legati alla "preparazione tecnico-scientifica scolastica,spesso lacunosa a causa del riordino dei cicli della scuola secondaria di secondo grado e della scarsa focalizzazione sulle competenze professionali di lauree triennali e di ITS".
 
Secondo Savoncelli l’attuazione dell'iniziativa darà una risposta anche alla crescente disoccupazione giovanile e “permetterà ai giovani geometri di completare il proprio percorso di studi con una specifica laurea triennale presso il proprio Istituto, a due passi da casa”.
 
Per il presidente dei geometri sarà "un'innovazione inedita in Italia, che rafforzerà la figura professionale del geometra nel quadro della più ampia concorrenza europea, e andrà incontro alle famiglie che non dovranno sostenere maggiori spese per sostenere i propri figli nelle città sedi delle principali università italiane".


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
paolo beltarre

No comment. Io non abito in un Paese normale (e mai ci abiterò, temo).

thumb profile
UN INGEGNERE ITALIANO

BASTAAAA!!!!! NON SE NE PUO' PIU'!!!!! MA I SUPER-IDIOTI CHE PENSANO QUESTE SUPER-IDIOZIE DOVE VIVONO? MA NON SI ACCORGONO CHE C'E' GIA' UNA INACCETTABILE CONFUSIONE E SOVRAPPOSIZIONE DI COMPETENZE E CHE GLI OPERATORI NEL MONDO DELLE COSTRUZIONI SONO GIA' IN SUPER-ECCESSO?

thumb profile
Gino

Se non ci sono nuove competenze andateci voi all'università , tanto vale prendo la laurea triennale in ingegneria e mi iscrivo alla sezione B degli ingegneri. A che serve!!!!

thumb profile
ArchAP

In quanto a cazzate, il Circolo dei Geometri batte il Club degli Architetti.

thumb profile
Il Giardiniere

Ad Architettura a Torino, in un' altra era geologica, un tizio chiamato, credo per scherzo, "professor donato", per dichiarare tutta la sua disistima verso chi, esaminando proveniente dal corso di studi dell'Istituto Tecnico per Geometri, così gli si rivolgeva: - Lei vuole diventare un mediocre Architetto o un supergeometra ? Medie, Superiori e Laurea necesse est, ruoli definiti. Oggi troppa confusione, e nella confusione ci reagnano il zio, lo cuggino, i fiji, la mojie e tutta la famijia...

thumb profile
GEOMETRA GUALTIERI TRIGONELLA

CARO PRESIDENTE NAZIONALE PERCHE' NON PROVI A FORMARE I RAPPRESENTANTI DEI GEOMETRI, MENO SUPER, MA PIU' RISPETTOSI DELLA CATEGORIA, DI TUTTA QUELLA BASE CHE COME ME DA 25 ANNI LAVORA A PREZZO DI COSTANTE SACRIFICIO E VOI NOSTRI RAPPRESENTANTI CONSENTITE CHE SIAMO MUNTI COME MUCCHE DA SANGUE. SIETE ANTICHI, ESPRESSIONE DI UNA CASTA CHE DA 25 ANNI NON VUOLE CAMBIARE, LA VOSTRA IMPRONTA DI EVANESCENZA L'AVETE LASCIATA, NON CREDO SERVA ANCHE QUESTO MONUMENTO ALLA PERFETTA INUTILITA', OVVIAMENTE SE NON CONSIDERIAMO CHE VI STATE DANDO DA FARE PER CREARE NUOVE ESPRESSIONI DI CATEGORIA IN CUI ANDARE A SVERNARE ALL'INEVITABILE CAMBIAMENTO. IO DA PARTE MIA FINORA HO ELARGITO, PERCHE' POSSO DIRLO, MIO LAVORO, TOGLIENDOLO DAL MIO PORTFOLIO CLIENTI, A TRE (3) GIOVANI GEOMETRI, ISCRITTI, CHE ALTRIMENTI NON AVREBBERO AVUTO NULLA DA VOI SOLONI E BADATE BENE, NON AIUTO, MA LAVORO IN AUTONOMIA COMPLETA SENZA MAZZETTE. E VOI? PERCHE' NON DATE INCARICHI COME CASSA AI GIOVANI GEOMETRI ISCRITTI PER PAGARSI LE TASSE???? EPPURE POTRESTE FARLO VISTO L'INEGUAGLIABILE UTILE DI CIPAG . PURTROPPO A VOI INTERESSANO SOLO FUTURE MUCCHE DA MUNGERE....A SANGUE.

thumb profile
GLuca

Mario comprendo e condivido quanto detto, ma bisogna anche ammettere che il triennale non approfondisce le materie come il vecchio ordinamento, e gli esami seppur semestrali vengono costantemente suddivisi in sottoesamini per addivenire al voto finale; parlo così perchè ne so qualcosa in prima persona e sono cosciente e porto rispetto per un corso che ha invece una media di completamento di 7/8 anni, e le differenze purtroppo ci sono (dando atto che qualche materia è inutilmente espansiva). Cmq nulla al contrario verso corsi di laurea che comunque innalzano il livello di conoscenza di noi tecnici. Non voglio però (e non è una frase rivolta a Lei Mario, ma in generale) sentir sparlare contro una professione credendo di sentirsi migliore solo con una laurea in mano.

thumb profile
gabriele

idee patetiche e inutili. iniziate a chiudere istituti tecnici e atenei di arch e ing e solo così le cose inizieranno a migliorare

thumb profile
Geom. Filippo

Se serve a rendere la figura del Geometra più completa e idonea a rientrare tra le figure dei tecnici laureati (riconosciuta nell'ambito U.E.) ben venga, anche se tale corso post-diploma dovrebbe essere aperto a tutti i diplomati geometri e non solo a quelli del nuovo ordinamento della riforma Gelmini. Inoltre mi auguro serva a professionalizzare meglio la figura ed indirizzarla soprattutto verso il campo topografico, estimativo-agrario ed ambientale, naturale vocazione del geometra, e non a formare altre lontane fotocopie di ingegneri e architetti junior!

thumb profile
Ing Prato

Avremo quindi una nuova figura professionale: il superinutile Dopo le superiori, chi vuole continua a studiare e si prende una laurea, gli altri si tengono il diploma e cercano lavoro con quello. Mi sembrava così semplice !

thumb profile
Mario

Signor Gluca, tanto per puntualizzare, gli esami delle lauree 3+2 sono semestrali esattamente come nel vecchio ordinamento, solo che le materie fondamentali vengono addensate nel triennio. In ogni caso non sono contrario a questo nuovo corso dato che da accesso ad una professione di livello inferiore a quella dell'ingegnere per la quale una laurea in ingegneria, con la sua matematica e fisica in sovrabbondanza, sarebbe decisamente eccessiva.

thumb profile
GLuca

caro Mattia, intendi cinque anni di vecchio ordinamento, esempio ingegneria fatta come si deve (e non sono MAI 5), o i cinque anni di adesso (3+2) fatta di esami spaccati in 2/3/4 sotto esamini ogni 15/30 gg come se fossimo ancora alle superiori? Non penso quindi sia da bloccare una iniziativa che non si discosta molto da un mini laurea triennale....non mischiare l'incazzatura sulle competenze con didattica o percorsi di approfondimento, che poi bisogna sempre stare attenti a pensare di essere bravi solo perchè si è fatta l'università. Ah, sia chiaro, porto MOLTO rispetto ai laureati e al loro percorso, fatica e capacità che ne derivano, e sono convinto della migliore formazione in loro possesso, ma non mi sento di denigrare sempre tutto ciò che sta sotto la laurea a prescindere....cosa facile in questo tempo di crisi

thumb profile
Mattia

Cazzate!" Fatevi il culo con 5 anni di università e poi vedrete come sgobbate! Inutile! E poi figure non riconosciute all'estero


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa