Carrello 0
NORMATIVA

Anche un edificio privato può ottenere il permesso di costruire in deroga

di Paola Mammarella

Consiglio di Stato: eccezione consentita per la ristrutturazione di un immobile storico messo a disposizione dalla collettività

Vedi Aggiornamento del 01/09/2015
01/07/2015 – Il permesso di costruire in deroga può essere rilasciato anche per la ristrutturazione di un edificio privato di interesse pubblico.

Con la sentenza 2761/2015 il Consiglio di Stato ha interpretato in modo estensivo l’articolo 14 del Testo unico del’edilizia (Dpr 380/2001) in base al quale il permesso di costruire in deroga agli strumenti urbanistici generali è rilasciato esclusivamente per edifici ed impianti pubblici o di interesse pubblico, previa deliberazione del consiglio comunale, nel rispetto del Codice dei beni culturali e ambientali (D.lgs 42/2004) e delle altre norme di settore.
 
Secondo i giudici, la nozione di interesse pubblico prescinde dalla natura pubblica o privata del bene, ma si riferisce piuttosto ad una fruibilità collettiva.
 
Dato che con l’intervento di ristrutturazione si recuperava uno dei più antichi edifici storici della città, si consentiva la fruizione pubblica gratuita di ampi spazi e che il proprietario si era impegnato a garantire l’uso pubblico di una parte dell'edificio per ospitare eventi culturali, il CdS ha ritenuto legittimo il rilascio del permesso di costruire in deroga.
 
Dall’esame dei progetti era inoltre emerso che con il recupero non si alterava né la densità edilizia né l’altezza dell’edificio.

Segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati