Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
RISTRUTTURAZIONE

Dal Mibact 28 milioni di euro per i beni culturali

di Rossella Calabrese

Presentato dal Ministro Dario Franceschini il Piano dei lavori pubblici 2015

Vedi Aggiornamento del 05/01/2016
Commenti 7660
10/07/2015 - Uno stanziamento di 28 milioni di euro per 534 interventi di manutenzione, restauro, messa in sicurezza, valorizzazione di aree archeologiche, musei, monumenti, opere d’arte, fondi d’archivio, libri antichi e biblioteche su tutto il territorio nazionale.
 
È il contenuto del Programma ordinario dei lavori pubblici per il 2015 adottato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Il Piano - spiega il Mibact in una nota - è frutto del lavoro di programmazione di tutti gli Istituti ministeriali presenti sul territorio.
 
“Le risorse del Piano ordinario dei lavori pubblici - ha dichiarato il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini - permettono una prima, importante serie di interventi capillari e diffusi su tutto il territorio nazionale per la tutela del patrimonio culturale. Un Piano che presto verrà arricchito e integrato con altri interventi per la tutela resi possibili da ulteriori risorse disponibili”. 
 

I beni culturali finanziati

Tra i beni finanziati ci sono:
- in Friuli Venezia Giulia il sito Unesco di Aquileia (315.000 euro);
- in Piemonte le città romane di Libarna, Augusta Bagiennorum e Industria e l’Anfiteatro romano di Eporedia (totale 120.000 euro);
- in Emilia Romagna il Mausoleo di Teodorico a Ravenna (150.000);
- in Toscana il Museo Stibbert di Firenze (nella foto) (100.000 euro);
- in Lazio il Pantheon di Roma (550.000 euro);
- in Sardegna i Nuraghe Alinedu e Ola ((140.000 euro);
- in Umbria la Galleria Nazionale di Perugia (162.000 euro);
- in Campania il Polo Museale della Regione (1.000.000 di euro per diverse sedi) e il Palazzo Reale di Napoli (100.000 euro);
- in Puglia la Basilica di Santa Croce a Lecce (200.000 euro) e il Museo Jatta di Ruvo di Puglia (150.000).
 
Gran parte delle risorse sono poi destinate alle sedi degli uffici regionali del Ministero dei Beni Culturali e delle Soprintendenze, a molte chiese e agli Archivi.



 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui