Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA

Infiltrazioni, ecco quanto paga il responsabile

di Paola Mammarella

Cassazione: non basta rimuovere le macchie, ma bisogna ritinteggiare tutto il muro per ragioni di estetica ed uniformità

Vedi Aggiornamento del 17/02/2016
Commenti 8390
06/08/2015 – In caso di infiltrazioni quanto deve pagare, a titolo di risarcimento, il proprietario dell’appartamento dal quale deriva la perdita d’acqua? Lo spiega la Corte di Cassazione con la sentenza 12920/2015.
 
I giudici hanno spiegato che, in presenza di una o più macchie dovute ad infiltrazione, è necessario un intervento di ripristino che non può limitarsi alla rimozione delle macchie e alla ritinteggiatura delle parti interessate.
 
Per ragioni di estetica ed uniformità i lavori spesso devono essere più estesi e, ad esempio, coinvolgere tutti i muri o l’intero soffitto.
 
Il responsabile dell’infiltrazione deve quindi pagare, a titolo di risarcimento, tutto l’intervento necessario a ripristinare la situazione preesistente e non può limitarsi a rimuovere la causa e le macchie provocate.
 
Nel caso preso in esame dalla Cassazione, il proprietario dell’appartamento in cui si era verificata la perdita d’acqua è stato condannato a pagare, oltre agli interventi di riparazione, anche la sostituzione della carta da parati e la ritinteggiatura su tutti i muri danneggiati e non solo sulle parti interessate dalle macchie.

Segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+



 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui