Carrello 0
A Dobbiaco il primo Lookout di Messner Architects
ARCHITETTURA

A Dobbiaco il primo Lookout di Messner Architects

di Cecilia Di Marzo

Unire natura e architettura facendo svanire il confine tra intervento e contesto

04/09/2015 - Il progetto ha inizio nel 2012, quando la Fondazione Dolomiti UNESCO commissiona a Messner Architects e allo scultore Franz Messner il progetto architettonico, paesaggistico e grafico delle vedette/info-strutture nei punti panoramici principali delle Dolomiti al fine di incrementare il valore e la popolarità del territorio. 

Nel 2014 la “Ripartizione natura, paesaggio e sviluppo del territorio” della Provincia di Bolzano, a seguito dello sviluppo di un prototipo, decide di realizzare il primo Look Out a Monte Specie, 2.305 m.s.l.m., nel Comune di Dobbiaco (BZ). 

Visto il contesto altamente sensibile dell'intervento, l'idea principale è quella di creare una struttura strettamente legata al proprio contesto. Anzichè aggiungere corpi e masse al paesaggio, pensa di trasformare lo stesso. Tramite un ipotetico taglio nel terreno e il sollevamento di parti di esso verso l’alto nasce una nuova interpretazione della topografia. L'idea centrale rimane quella di unire natura e struttura facendo svanire il confine tra intervento e contesto e contemporaneamente lanciando un dialogo tra i due. 

L'involucro esterno è realizzato in acciaio e riempito con terreno e sassi del posto. Il limite tra struttura e contesto risultano in tal modo quasi impercettibili. La struttura ha una forma ad anello e vi sono incisi tutti i nomi delle cime visibili da quel punto. Sull'involucro esterno vi sono anche informazioni sul paesaggio e sulla geologia.

 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Max

A prescindere dal valore architettonico, che è comunque sempre opinabile, a me questo intervento, come quello del museo a Plan de Corones, sembra un'idiozia frutto di una mente malata: da appassionato e rispettoso dell'ambiente montano, sono indignato per come si possa riempire di cemento anche un posto incontaminato o quasi come la cima di una montagna. Il museo potevano farlo in fondo valle, e questa specie di poggiolo che senso ha? Già la sommità era praticamente piana, per indicare il circondario bastava un cartello come da tutte le altre parti. Messner è ora che la faccia finita: si prenda i suoi yak e vada all'inferno!


x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati