Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, i tecnici chiedono sanatoria degli abusi per facilitarne l’attuazione
NORMATIVA Superbonus 110%, i tecnici chiedono sanatoria degli abusi per facilitarne l’attuazione
LAVORI PUBBLICI

Lavori pubblici, la Provincia di Trento riscrive le regole

di Paola Mammarella

Aumenta rispettivamente a 20 e 12 il numero delle imprese da invitare nei confronti concorrenziali e nei cottimi

Commenti 4691
03/09/2015 – Nella Provincia Autonoma di Trento cambiano le regole per l’affidamento dei lavori pubblici. La Giunta provinciale ha approvato alcune modifiche al Regolamento sui lavori pubblici per garantire maggiore apertura e trasparenza nelle procedure.
 
Nelle spese in economia, è stato innalzato il numero di imprese da invitare ai confronti concorrenziali e nei cottimi. In particolare, nei confronti concorrenziali si passerà da dodici a venti, mentre nei cottimi da sette a dodici. Quest’obbligo numerico non deve essere rispettato nei casi di opere specialistiche in cui non ci siano abbastanza aspiranti idonei.
 
In questo modo, ha spiegato l'assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, si vuole garantire una più ampia partecipazione alle gare delle piccole e medie imprese, in coerenza con le politiche comunitarie. 
 
Per quanto riguarda la gestione dell’elenco telematico delle imprese da invitare nelle procedure negoziate senza previa pubblicazione del bando. Dato che l’iscrizione all’elenco è volontaria, la Giunta ha deciso che l’elenco verrà aggiornato tempestivamente dalle imprese che decideranno di farvi parte, che dovranno comunicare tutti i cambiamenti intervenuti nel proprio status. In precedenza, invece, gli aggiornamenti erano effettuati annualmente dalla Pubblica Amministrazione.
 
È stato inoltre spostato al 31 dicembre 2016 il momento in cui partirà il periodo transitorio di applicazione del Libro del personale ai fini della sicurezza e della regolarità del lavoro. In questo modo sarà possibile aspettare l’attivazione e il funzionamento dell’Osservatorio dei cantieri edili pubblici e privati, a cura della Cassa edile, che potrebbe costituire un’alternativa al Libro del personale.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui