Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, da Fondazione Inarcassa chiarimenti su finestre, impianti e parti non riscaldate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, da Fondazione Inarcassa chiarimenti su finestre, impianti e parti non riscaldate
NORMATIVA

Canna fumaria, serve il permesso di costruire?

di Paola Mammarella

Tar Campania: solo se le dimensioni sono rilevanti e impattano sulla sagoma dell’edificio

Vedi Aggiornamento del 10/06/2021
Commenti 27753
21/09/2015 – È necessario il permesso di costruire per l’installazione di una canna fumaria di dimensioni tali da alterare la sagoma dell’immobile.
 
Lo ha spiegato il Tar Campania, che con la sentenza 3612/2015 ha affermato che in questi casi non possono considerarsi elementi accessori.
 
Nel caso preso in esame, il proprietario di un immobile, durante i lavori di ristrutturazione, aveva realizzato una canna fumaria di diametro di 50 centimetri e 19,20 metri di altezza accanto alla gabbia di una scala. I lavori erano avvenuti in zona vincolata.
 
Secondo il responsabile dell’intervento, la canna fumaria doveva essere considerata come volume tecnico, quindi privo di rilevanza urbanistica.
 
Di parere opposto i giudici, che hanno operato una differenziazione in base alle dimensioni del manufatto installato.
 
Se, infatti, la canna fumaria è di palese evidenza rispetto alla costruzione e alla sagoma, è necessario il permesso di costruire. In questi casi non può essere considerata un elemento accessorio e di ridotta destinazione pertinenziale aggiuntiva.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui