Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA

Parcheggi pertinenziali anche sotto i giardini pubblici

di Paola Mammarella

CdS: le rampe di accesso devono essere realizzate all’esterno della zona destinata a verde pubblico

Vedi Aggiornamento del 18/09/2015
Commenti 6835
03/09/2015 – Nel sottosuolo di giardini pubblici e parchi, cioè aree destinate a verde pubblico, si possono realizzare parcheggi pertinenziali a condizione che questi non compromettano la funzione pubblica dell’area sovrastante. Lo ha affermato il Consiglio di Stato con la sentenza 2769/2015.
 
Nel caso preso in esame, il proprietario di un immobile aveva realizzato un’autorimessa sotto un’area destinata a verde attrezzato. Per accedere ai parcheggi erano state costruite inoltre delle rampe d’accesso nella stessa zona.
 
Dopo aver effettuato dei controlli, il Comune aveva bloccato i lavori imponendo il ripristino della situazione iniziale. Il proprietario aveva quindi presentato ricorso.
 
Secondo il responsabile dell'intervento, dal momento che era ammessa la realizzazione di parcheggi interrati, doveva considerarsi possibile anche la costruzione delle rampe per l’accesso nonostante il vincolo gravante sull’area.
 
Il Tar e il Consiglio di Stato hanno invece bocciato le motivazioni del proprietario. I giudici hanno spiegato che è possibile far coesistere la destinazione a verde pubblico di un’area con la realizzazione nel sottosuolo di parcheggi pertinenziali.
 
Perché ciò sia possibile è però necessario che la destinazione a parcheggio del sottosuolo non sottragga parti di superficie alla loro destinazione a verde pubblico. Le rampe d’accesso devono essere quindi posizionate all’esterno dell’area vincolata.

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui