Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Inerti da costruzione e demolizione da siti contaminati, si possono riutilizzare?
NORMATIVA Inerti da costruzione e demolizione da siti contaminati, si possono riutilizzare?

Restauratore dei beni culturali, entro il 30 ottobre le domande per la qualifica

Invio delle istanze solo online. Dal Mibact le Faq e la guida per la registrazione al portale

Vedi Aggiornamento del 16/10/2015
di Paola Mammarella
Vedi Aggiornamento del 16/10/2015
22/09/2015 - Scade alle ore 12 del 30 ottobre 2015 il termine per partecipare al bando pubblico per ottenere la qualifica di restauratore.
 
Lo ha comunicato il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact), che nei giorni scorsi ha pubblicato anche le faq e una guida per registrarsi al portale telematico e inviare la domanda di partecipazione. Le richieste dovranno infatti essere inviate esclusivamente online attraverso l’applicazione informatica messa a disposizione a fine agosto.
 
Il Mibact ha inoltre messo a disposizione le caselle di posta [email protected] per la richiesta di ulteriori chiarimenti sulla compilazione della domanda e [email protected] per il procedimento di acquisizione della qualifica.
 

Come si diventa restauratore

Per partecipare al bando è necessario essere in possesso dei titoli di studio e dei requisiti previsti dall’Allegato B del Codice dei beni culturali (D.lgs. 42/2004).
 
I titoli di studio sono:

Diploma conseguito presso una scuola di restauro statale di cui all'articolo 9 del decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368;
Diploma conseguito presso una scuola di restauro statale di durata almeno biennale;
Attestato di qualifica professionale conseguito presso una scuola di restauro regionale ai sensi dell'articolo 14 della legge 21 dicembre 1978, n. 845;
Laurea in Beni culturali (L1) ovvero in Tecnologie per la conservazione e restauro dei beni culturali (L43);
Laurea specialistica in Conservazione e restauro del patrimonio storico- artistico (12/S);
Laurea magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali (LM11);
Diploma di laurea in Conservazione dei beni culturali, se equiparato dalle università alle classi 12/S o LM11, ai sensi dell'articolo 2 del decreto ministeriale 9 luglio 2009;
Diploma in Restauro di primo o di secondo livello, conseguito presso le Accademie di belle arti, con almeno un insegnamento annuale in restauro per ciascun anno di corso;
Titoli riconosciuti equipollenti al diploma in Restauro conseguito presso le Accademie di belle arti.
 
Con le faq il Mibact ha chiarito che non ha bisogno di partecipare alla selezione i laureati in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02). Ha diritto ad un punteggio aggiuntivo chi è stato inquadrato presso le Pubbliche Amministrazioni entro il 30 giugno 2012. Il Mibact ha infine spiegato che deve inserire i dati e gli allegati anche chi ha già partecipato alle precedenti selezioni.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Sondaggi Edilportale
Energia, edilizia, impianti, progetto: la Renovation Wave è il futuro?
Partecipa
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione