Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
RISTRUTTURAZIONE Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
AZIENDE

Saie Smart House 2015, cosa succede domani 17 ottobre

Tutti gli appuntamenti per progettare, costruire e abitare la casa del futuro

Commenti 2371
16/10/2015 - Domani 17 ottobre la quarta e ultima giornata del SAIE SMART HOUSE 2015 riserva un calendario ricco di appuntamenti a partire dai premi che verranno assegnati, fino agli incontri e workshop che tracceranno un bilancio del lavoro fatto in questi giorni.
 
Alle 10.00 appuntamento nell’Area Federbeton (Padiglione 25) con la presentazione e la premiazione dei vincitori del Premio RI.U.SO, bando per la selezione dei progetti di riqualificazione architettonica e funzionale di spazi urbani che ha visto la partecipazione di quasi 300 progetti. L’evento è promosso dal Consiglio Nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori in collaborazione con SAIE, Ance e Legambiente.
 
Si rinnova a SAIE SMART HOUSE anche l’appuntamento con altri due premi che valorizzano competenze specifiche: Carrell Trophy (Area 44) dove esperti carrellisti, appartenenti a Rivendite di Materiali Edili di tutta Italia, sono invitati ad eseguire un percorso di gara alla guida del carrello elevatore per dimostrare la loro abilità e la premiazione di EdilTrophy (organizzata da Formedil) alle 15.30 nello Smart House Living del Centro Servizi, per eleggere il muratore dell’anno con una sfida finale che prevede la realizzazione di due manufatti altamente innovativi. Ma già dalla mattina (alle 8.30 in Piazza della Costituzione) sarà possibile osservare all’opera le 20 squadre selezionate dalle gare regionali e provinciali, 9 formate da muratori esperti e 11 da giovani per un totale di 40 operai dell’edilizia.
 
Cosa succede nell’area Smart House Living
Si parte alle 10.00 con il Forum Culture & Hope che si concentrerà sul paradigma culturale del cambiamento: gli interventi in programma hanno un taglio informativo e educativo, ma soprattutto intendono incoraggiare a partecipare al cambiamento che si fonda anche su un nuovo modo di abitare la casa e il pianeta. Ad aprire l’incontro, Norbert Lantschner (Coordinatore scientifico di SAIE Smart House) terrà un intervento su Culture Evolution – Dalla Società della Crescita alla Civiltà della Vita.
 
All Digital Smart Building – La tecnologia per il rilancio dell’edilizia (Padiglione 33/34)
Ultimo appuntamento tra costruttori, ingegneri, progettisti, impiantisti, installatori, imprese di costruzioni e amministratori di condominio per informarsi e formarsi sulle tematiche relative all’edificio digitale. Alle 10.00 il convegno su come progettare abitazioni integrate. Realizzare impianti tecnologici innovativi è il tema dell’incontro delle 11.30 (Sala Meucci) “Le comunicazioni elettroniche per l’intrattenimento”. Organizzato da Confartigianato lo scopo è fornire indicazioni e suggerimenti per un’applicazione puntuale di regole tecniche e legislative da seguire a installatori e addetti della filiera edile.
 
ARCHItechnology – (Padiglione 26)
Edificare oggi vuol dire farlo in maniera sostenibile, utilizzando tecniche innovative a basso impatto ambientale. È ciò di cui si discuterà dalle 10.30 di oggi nell’incontro dal titolo: “Innovazioni e tecniche applicative per il costruire sostenibile. Nuovi materiali”.
 
SAIE Academy – (Padiglione 26)
Si tratta della formazione d’eccellenza proposta da SAIE Smart House che quest’anno presenta 21 corsi di alta formazione con più di 50 docenti coinvolti – con rilascio di crediti formativi – realizzati in collaborazione con i Consigli Nazionali delle Professioni e le Università italiane. Alle 10.00 (Sala B) si parla dell’uso del verde nelle coperture e nelle facciate, non solo per una questione estetica, ma anche come soluzione in grado di ridurre il problema delle isole di calore, migliorare la resilienza idraulica delle città  e combattere l’inquinamento urbano.
 
Certificazione energetica – Padiglione 16 ammezzato
Un edificio oltre a rispettare i parametri per il risparmio energetico ha bisogno di controlli e verifiche continue. Di questo si discuterà alle 9.00 (Sala Opera) nel seminario organizzato da ERVET (Organismo regionale di Accreditamento per la presentazione del nuovo applicativo SACE) “La certificazione energetica degli edifici in Emilia-Romagna”. Punto di partenza della discussione sarà la nuova disciplina regionale in materia di attestazione della prestazione energetica degli edifici.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui