Carrello 0
Una country house legata al ritmo naturale della terra
CASE & INTERNI

Una country house legata al ritmo naturale della terra

di Valentina Ieva

Un ambizioso progetto di recupero diventa struttura ricettiva nella campagna marchigiana

05/10/2015 - Siamo nel cuore della campagna marchigiana, nei pressi di Cingoli, uno dei borghi più belli d’Italia. Una coppia di professionisti milanesi sceglie di abbandonare la caotica quotidianità per recuperare un casolare diroccato e trasformarlo in country house.

Da tre unità interamente riqualificate, la casa colonica, il pollaio e il ricovero attrezzi, nasce Borgo della Spiga , una struttura ricettiva fortemente legata al naturale ritmo della terra. 

Privilegiando l’integrazione con il contesto originario, l’ambizioso progetto di recupero, a cura di Paolo Vigoni, durato oltre cinque anni, ha riorganizzato i tre corpi sia da un punto di vista architettonico che funzionale: la grande casa colonica, con le sue ampie stanze tutte affacciate sulla campagna circostante, è stata convertita in un B&B, mentre all'interno del ricovero attrezzi, ricostruito, sono stati ricavati due loft accessoriati e affittabili di 42 mq ciascuno.

Il nucleo più antico del vecchio borghetto, il pollaio, è stato riservato ai proprietari, come abitazione privata. Negli interni la luce è protagonista, amplificando altezze e dimensioni degli spazi.I pavimenti in legno Woodco e le travi restaurate si oppongono alle note urban-chic dei rivestimenti in carta da pareti e agli arredi laccati, con il risultato di un mix tra stile country e contemporaneo.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa