Carrello 0
NORMATIVA

Bonus Mobili, per le giovani coppie sarà legato all’acquisto della prima casa

di Paola Mammarella

Legge di Stabilità 2016: per coniugi o conviventi under 35, detrazione del 50% e tetto di 8mila euro senza obbligo di ristrutturazione

Vedi Aggiornamento del 01/04/2016
23/10/2015 – Arriva un Bonus Mobili per gli under 35, parallelo a quello tradizionale, per le giovani coppie, comprese quelle di fatto, che acquistano la loro prima casa.

È una delle novità contenute nella bozza del 22 ottobre della legge di Stabilità per il 2016. Come previsto già nella versione del 19 ottobre della bozza, non sarà necessario effettuare la ristrutturazione dell’immobile, ma acquistare la prima casa.
 
Se i contenuti saranno confermati, sarà riconosciuta una detrazione del 50% delle spese sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di mobili per un ammontare complessivo non superiore a 8 mila euro. La quota rimborsabile sarà quindi di 4 mila euro, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo.
 
La nuova bozza spiega inoltre cosa si intende per giovane coppia. Per poter richiedere la detrazione, almeno un componente della coppia dovrà avere meno di 35 anni e non ci sarà distinzione tra coniugi e coppie di fatto. Nel testo si legge infatti che sono ammessi i conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni.
 

Bonus Mobili legato alla ristrutturazione

La Legge di Stabilità 2016 proroga al 31 dicembre 2016 il Bonus Mobili tradizionale, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10 mila euro rimborsabile in 10 anni per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza energetica destinati ad arredare un'abitazione sottoposta a ristrutturazione.
 

Ecobonus 65% e Bonus 50% per le ristrutturazioni

La Legge di Stabilità 2016 proroga fino al 31 dicembre 2016 l’ecobonus per la riqualificazione energetica e sismica degli edifici e il bonus sulle ristrutturazioni. Per l’ecobonus sono confermati la percentuale di detrazione del 65% e i tetti massimi di risparmio ottenibile (100.000, 60.000 e 30.000 euro a seconda dell’intervento realizzato). Per la detrazione ristrutturazioni è confermata l’aliquota del 50% e il tetto di spesa di 96.000 euro.
 
Potranno usufruire dell'Ecobonus del 65% anche gli istituti autonomi case popolari (IACP) che nel 2016 sosterranno spese per interventi sugli immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui