Carrello 0
NORMATIVA

Decreto Mutui, ecco la lista definitiva delle scuole finanziate

di Paola Mammarella
Commenti 19599

Regioni autorizzate a stipulare finanziamenti agevolati con la Bei. Gli Enti locali aggiudicheranno i lavori in via provvisoria entro il 31 dicembre 2015

Vedi Aggiornamento del 19/09/2017
Commenti 19599
28/10/2015 – Inizieranno a breve i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici finanziati dal Decreto Mutui che ha messo sul piatto 905 milioni di euro.
 
È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 1 settembre 2015 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca (Miur), che autorizza le Regioni a stipulare mutui trentennali agevolati con la Banca europea per gli investimenti (BEI) per un importo complessivo pari a 40 milioni di euro nel 2015. I beneficiari dei contributi potranno utilizzare le risorse senza impatti sul proprio Patto di Stabilità.
 
Come funziona il Decreto Mutui
Il decreto rende operativa l’iniziativa avviata con il decreto “L’istruzione riparte” (DL 104/2013), che ha stanziato 40 milioni di euro annui per la copertura di mutui trentennali per interventi straordinari su scuole pubbliche, palestre scolastiche, residenze per studenti universitari e immobili dell'Alta formazione artistica. La misura è stata in seguito arricchita con “La Buona Scuola(Legge 107/2015), che ha portato le risorse  a 50 milioni di euro annui.
 
Il decreto pubblicato in Gazzetta contiene la lista definitiva dei lavori che hanno ricevuto la copertura finanziaria per la prima annualità. Si tratta del 1215 interventi che le Regioni avevano indicato come prioritari nell'ambito della loro programmazione e che possono adesso essere realizzati grazie all'accensione dei mutui agevolati con la BEI.
 
Scopri se c’è la tua scuola

La norma pubblicata è stata preceduta da un altro decreto del Miur, pubblicato a settembre, con cui è stata ufficializzata la ripartizione tra le Regioni dei 40 milioni a disposizione per il 2015.

Si attende ora la pubblicazione del decreto con cui sarà prorogata dal 31 ottobre 2015 al 31 dicembre 2015 la scadenza per l’aggiudicazione provvisoria dei lavori di messa in sicurezza e ammodernamento delle scuole finanziati con il Decreto Mutui. Ricordiamo infatti che le Regioni sottoscrivono i finanziamenti con la Bei e girano i fondi agli Enti locali interessati dagli interventi. Per accedere alle risorse, gli Enti locali devono quindi aver fatto partire le procedure per appaltare i lavori.

Decreto Mutui, la fase operativa
A breve le Regioni potranno quindi stipulare i mutui con la Bei. Entro 30 giorni dalla stipula del mutuo, la Bei dovrà notificare al Miur e al Mef una copia conforme dei contratti. I contratti dovranno contenere una apposita clausola che imponga alla Bei di comunicare il perfezionamento dell’operazione finanziaria al Mef, al Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, all’Istat e alla banca d’Italia.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui