Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
RISTRUTTURAZIONE

Fari: il 12 ottobre i bandi per destinarli al turismo

di Rossella Calabrese

L’Agenzia del Demanio punta al lighthouse accommodation, formula ricettiva rispettosa del paesaggio

Vedi Aggiornamento del 27/06/2016
Commenti 8179
02/10/2015 - Saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale il 12 ottobre i bandi di gara che assegneranno in concessione gli 11 fari del programma ‘Valore Paese Fari’, affinchè siano destinati ad attività turistiche. Lo hanno annunciato nei giorni al Salone Nautico di Genova, il Direttore Generale dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi e l’Amministratore Delegato di Difesa Servizi Spa Fausto Recchia.
 
La consultazione pubblica lanciata nei mesi scorsi ha consentito all’Agenzia del Demanio di raccogliere molte utili indicazioni, che sono state utilizzate per redigere i bandi: restauro ecosostenibile, riuso finalizzato ad accogliere turisti attraverso una gestione green al 100% e a km 0, salvaguardia e sviluppo del contesto ambientale.
 
La strada prevalente per il riuso dei fari, emersa dai risultati della consultazione, è dunque quella del lighthouse accommodation, formula turistico-ricettiva rispettosa del paesaggio e in linea con le identità territoriali e con la salvaguardia dell’ecosistema ambientale. Sono venute in luce anche altre attività complementari e servizi di tipo ricreativo, sociale, culturale, per lo sport, declinabili a seconda delle specificità territoriali e orientate alla riscoperta del mare, della marineria e del settore nautico.
 
La valutazione delle proposte  terrà conto dei temi emersi dalla consultazione pubblica, quali le soluzioni per il recupero del bene, l’attenzione al territorio e alla fruibilità pubblica, la possibilità di creare un network tra più strutture, attraverso una rete di servizi e attività condivise.
 

I bandi di concessione

I bandi, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale il prossimo 12 ottobre, saranno online su www.agenziademanio.it e www.difesaservizi.it per tutta la durata della procedura (fino al 12 gennaio 2016).
 
I bandi saranno gestiti dall’Agenzia del Demanio e dal Ministero della Difesa/Difesa Servizi e avranno come caratteristiche comuni: l’adozione della medesima procedura, le stesse modalità di aggiudicazione, uguali tempistiche per la presentazione delle offerte, con una durata di tre mesi dalla pubblicazione.
 
Il criterio di valutazione sarà l’offerta “economicamente più vantaggiosa”, data dalla proposta progettuale, valutata con punteggio pari al 60%, e dalla proposta economica, a cui può essere assegnato un punteggio massimo pari al 40%.
 

Il programma ‘Valore Paese Fari’

I fari inseriti nel progetto si trovano in Sicilia, Calabria, Campania, Puglia e Toscana. Si tratta del Faro di Brucoli ad Augusta (SR), il Faro di Murro di Porco a Siracusa (SR), il Faro di Capo Grosso nell’Isola di Levanzo - Favignana (TP), il Faro di Punta Cavazzi ad Ustica (PA), il Faro di Capo d’Orso a Maiori (SA), il Faro di Punta Imperatore a Forio d’Ischia (NA), il Faro di San Domino alle Isole Tremiti (FG) e dei quattro proposti dal Ministero della Difesa il Faro Punta del Fenaio e il Faro di Capel Rosso sull’Isola del Giglio (GR), il Faro Formiche di Grosseto e il Faro di Capo Rizzuto a Isola di Capo Rizzuto (KR).
 
L’iniziativa FARI si inserisce nel più ampio circuito di Valore Paese, il progetto dell’Agenzia del Demanio per la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico italiano attraverso la sinergia tra i settori del turismo, dell’arte e della cultura, dello sviluppo economico e della coesione territoriale. In tal senso, il recupero del patrimonio pubblico di proprietà dello Stato e degli Enti locali viene considerato non più solo in termini di costo per la collettività, ma anche significativa leva di sviluppo territoriale e sociale.
 
Tutte le informazioni su Valore Paese Fari sono disponibili su www.agenziademanio.it, nella sezione dedicata al progetto accessibile direttamente dalla Home Page, e sul sito www.difesaservizi.it per le informazioni relative ai fari proposti dal Ministero della Difesa.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui