Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Subappalto, i giudici italiani si allineano all’UE: no al limite del 30%-40%
NORMATIVA Subappalto, i giudici italiani si allineano all’UE: no al limite del 30%-40%
AZIENDE

La norma UNI11345 e le soluzioni Triflex per impermeabilizzazioni a regola d'arte

Commenti 1775
12/11/2015 - Secondo le stime ASSIMP, Associazione delle Imprese Italiane di Impermeabilizzazione, in Italia solo il 2% dell’intero investimento in costruzioni è dedicato all’impermeabilizzazione, a fronte di oltre il 60% delle cause passate al giudicato per danni da ricondurre ai problemi di infiltrazione, principalmente dovuti a una scelta erratadelsistema impermeabilizzante. Le conseguenze sono molto onerose per tutte le parti coinvolte: danni gravi alla struttura dell’edificio, sprechi dovuti a ulteriori interventi necessari per lo smantellamento e ilrifacimento dell’impermeabilizzazione, costi di manutenzione elevati.

Il sistema impermeabilizzante deve essere invece selezionato e realizzato in base a tre criteri principali: funzionalità, durabilità, facilità di manutenzione. Ciò presuppone che avvenga innanzitutto una corretta scelta e progettazione del sistemaimpermeabilizzante. I sistemi selezionati dovranno essere adeguatiall’intervento, di qualità e, se liquidi, certificati secondo ETAG 005, oltre che correttamente posati e facilmente riparabili in caso di manutenzione.

La norma UNI 11345, tenendo conto di quanto sopra, ha individuato le figure chiave dei progetti di impermeabilizzazione (progettista, direttore dei lavori, impresa generale, impresa specializzata e supervisore) e fatto chiarezza nelle responsabilità di ciascuno, dando al progettista la possibilità di coinvolgere le parti nell’esecuzione di un lavoro a regola d’arte.
La norma favorisce una maggiore collaborazione tra le parti coinvolte, valorizzando il ruolo di consulenza e supervisione del produttore dei sistemi impermeabilizzanti nella fase di progettazione ed esecuzione dei lavori di impermeabilizzazione.

Triflex Italia, con i suoi sistemi impermeabilizzati liquidi a base di PMMA Triflex ProTect e Triflex ProDetail, certificati secondo ETAG 005, forniscesupporto dalla progettazione fino alla esecuzione dei lavori, assumendo, dove richiesto dal progettista, il ruolo di supervisore. Triflex, inoltre, per la posa, si avvale esclusivamente di ditte specializzate, per garantire lavori eseguiti a regola d’arte.
Questi aspetti sono stati oggetto di una serie di workshop organizzati da Triflex in collaborazione con gli Ordini degli Architetti di Bologna, Genova e Venezia nel mese di settembre 2015 e che hanno visto la partecipazione di oltre 200 progettisti. Gli incontri focalizzavano in particolare il tema dell’impermeabilizzazione nel verde pensile e verticale e nelle coperture piane in particolare, scelte progettuali che comportano l’esigenza di porre particolare attenzione alla tenuta all’acqua.

E’ possibile richiedere a Triflex una consulenza gratuita per i propri progetti contattando lo staff tecnico ai seguenti recapiti:
Email: italia@triflex.com, Tel. 02 64672 663
www.triflex.com/it

Triflex Italia su ARCHIPRODUCTS

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui