Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, la nuova check-list per ottenere il visto di conformità
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, la nuova check-list per ottenere il visto di conformità
AZIENDE

Systab per il consolidamento delle fondazioni di una abitazione in provincia di Venezia

Commenti 2545
16/12/2015 - SYSTAB ha stabilizzato riportando in sicurezza una struttura mediante l’impiego di micropali pressoinfissi a bassa invasività. 

Tipologia intervento
Micropali Precaricati SYSTAB : pali modulari in acciaio presso-infissi mediante martinetti idraulici a contrasto con la struttura da consolidare.  

LA PROBLEMATICA 
Si tratta di un edificio in muratura a due piani costruito dall’Ente per la bonifica e colonizzazione del Delta Padano nel 1957. L’intervento si è reso urgente  perché la struttura negli ultimi anni ha manifestato un progressivo cedimento differenziale con fessurazioni e crepe, prevalentemente a 45° , che ne hanno minato seriamente la stabilità. 
Le indagini geologiche eseguite hanno individuato terreni molto compressibili costituiti da torbe ed argille organiche fino a circa 5 metri di profondità e quindi reso consigliabile un intervento di micropalificazione che trasferisse i carichi alle sottostanti sabbie, via via più addensate scendendo in profondità.

L’INTERVENTO
Committente,  progettisti e SYSTAB hanno concordato l’esecuzione di 23 micropali in acciaio, pressoinfissi e precaricati di lunghezza media prevista 12 metri.
La tecnologia proposta da SYSTAB Consolidamenti sfrutta il contrasto offerto dalla struttura per infiggere a pressione, con appositi martinetti idraulici, i pali che sono costituiti da una batteria di moduli di lunghezza circa 1 metro,  collegati tra loro per avvitamento.

L’intervento è molto rapido e si compone di 5 fasi:
1 fase: è il collegamento delle piastre alla fondazione della struttura che avviene mediante tassellatura; le piastre vengono dimensionate e progettate caso per caso in funzione della geometria del supporto e dei carichi trasmessi;
2 fase: il martinetto idraulico dotato di una scarpa apposita viene impostato sulla piastra e fissato ad essa;
3 fase: comincia l’infissione dei pali, operazione durante la quale l’operatore controlla in continuo le pressioni che possono giungere fino a 36 tonnellate di spinta equivalenti – caratteristica molto interessante di questa tecnologia è la possibilità di testare e verificare la portata raggiunta da ogni singolo palo e nel caso aumentare la profondità se le condizioni geotecniche sono peggiori di quelle previste;
4 fase: in questa fase ad ogni singolo palo viene assegnato un tratto di fondazione più esteso di quello d'esercizio, realizzando quindi un precarico che consente di imporre immediatamente i cedimenti primari ed eliminare possibilità di ulteriori abbassamenti;
5 fase: infine giunti alla profondità corretta ma soprattutto alla pressione di installazione di progetto, con il martinetto idraulico ancora in carico, avviene il collegamento del palo alla piastra, attraverso un numero adeguato di bulloni in acciaio ad alta resistenza.

Il collegamento del palo alla struttura con il precarico del martinetto costituisce elemento essenziale in quanto consente di dare immediato beneficio alla struttura ed evitare spiacevoli assestamenti, caratteristica che rende questo tipo di micropalo estremamente interessante per il recupero di edifici lesionati da cedimenti differenziali delle fondazioni.

Riassumendo la tecnologia SYSTAB di micropalificazione attiva ha permesso nel caso in oggetto di superare i principali disagi causati dai sistemi di palificazione tradizionali, con notevoli vantaggi quali:
- cantiere asciutto ad impatto ridotto
- riduzione dei tempi di realizzazione (mediamente un cantiere SYSTAB dura 2-3 giorni)
- precarico per annullamento dei cedimenti primari
- nessun utilizzo di fanghi né produzione di materiale di risulta
- portata testata e certificata per ogni singolo palo
- se la struttura lo consente è inoltre possibile comandare più martinetti simultaneamente per ottenere sollevamenti anche di considerevole entità.

Il consolidamento delle fondazioni è stato ultimato in circa 4 giorni riducendo al minimo scavi e disagi per le persone.

Systab su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui