Carrello 0
NORMATIVA

Appalti, la Provincia di Bolzano vara la nuova legge

di Paola Mammarella

Lavori fino a 2 milioni di euro affidati con procedura negoziata, Pmi agevolate con la suddivisione delle gare in lotti

10/12/2015 – Affidamento di lavori fino a 2 milioni di euro con procedura negoziata e suddivisione degli appalti in lotti qualitativi. Sono alcuni dei contenuti introdotti nella Provincia Autonoma di Bolzano con la LP 57/2015, recante “Disposizioni sugli appalti pubblici”.
 
La norma, che ha ricevuto il via libera del Consiglio Regionale e diventerà presto operativa, prevede che i lavori di importo fino a 2 milioni di euro possano essere affidati con procedura negoziata, senza pubblicazione del bando, confrontando almeno cinque operatori. Fino a questa soglia non è inoltre richiesta nessuna garanzia a corredo dell’offerta.
 
Per quanto riguarda i servizi, per importi sotto i 40 mila euro è possibile stipulare direttamente il contratto con l’operatore ritenuto idoneo. Sotto i 207 mila euro è invece necessario il confronto con almeno tre operatori. Operando con questi importi non è richiesta la garanzia a corredo dell’offerta.
 
In materia di appalti aggregati,  la legge provinciale specifica che i Comuni con popolazione maggiore di 10 mila abitanti acquistano lavori, beni e servizi in autonomia.
Quelli con popolazione inferiore a 10 mila abitanti possono procedere agli acquisti in autonomia solo per servizi fino a 207 mila euro e lavori fino a 2 milioni di euro.
 
Per agevolare la partecipazione alle gare delle Piccole  medie imprese (PMI), la norma prevede la suddivisione degli appalti in lotti, cioè parti di un’opera costituita da un insieme di lavori edilizi o di ingegneria civile, prive di propria autonomia funzionale ossia non idonee ad essere utilizzata autonomamente senza il completamento delle restanti parti.
 
All’interno dei lotti, inoltre, la norma individua i lotti quantitativi, cioè quelle parti di un’opera la cui progettazione e realizzazione siano tali da assicurarne funzionalità, fruibilità e fattibilità indipendentemente dalla realizzazione delle altre parti.
 
Nella legge si fa riferimento anche ai lotti qualitativi, vale a dire prestazioni attribuibili ad una categoria in base al sistema di qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati