Carrello 0
NORMATIVA

Piano Casa Piemonte: approvata la proroga al 2016

di Alessandra Marra
Commenti 15956

Ma per ampliare occorrerà garantire un miglioramento energetico o sismico di tutto l’edificio

Vedi Aggiornamento del 29/06/2017
Commenti 15956
08/12/2015 – La Regione Piemonte ha prorogato il Piano Casa per tutto il 2016.
 
Il disegno di legge contenente la proroga introduce però nuovi vincoli per poter usufruire del bonus sugli ampliamenti.
 

Piano Casa Piemonte: le modifiche introdotte

Il Consiglio regionale ha approvato, insieme alla proroga al 31 dicembre 2016, alcuni emendamenti del Movimento Cinque Stelle che vincolano l’ampliamento al miglioramento energetico o sismico di tutto l’edificio.
 
Infatti il comma 2 dell’articolo 24 bis dichiara: “Fermo restando il rispetto delle prescrizioni specifiche dettate dalla normativa in materia di rendimento energetico nell’edilizia e di costruzione in zona sismica per la nuova porzione realizzata, gli ampliamenti sono consentiti solo se l’intervento, consente il raggiungimento di uno fra i seguenti requisiti:
a) miglioramento sismico dell’intero edificio;
b) miglioramento energetico dell’intero edificio.
Il soddisfacimento di tale requisito è dimostrato nel progetto allegato alla richiesta del titolo abitativo.”
 
Inoltre il comma successivo dichiara: “La Giunta regionale, previo parere della commissione consiliare competente, stabilisce con proprio provvedimento i parametri tecnici necessari ai fini della determinazione dei requisiti di cui al comma 2, prevedendo altresì una diversificazione in ragione delle caratteristiche dell’edificio esistente”.
 
In questo modo prima di poter beneficare appieno dei vantaggi bisognerà aspettare la delibera regionale che stabilisce cosa s’intende per “miglioramento” energetico o sismico.
 

Piano Casa Piemonte: i commenti alla norma

I consiglieri regionali di Forza Italia hanno denunciato: “Avevamo ottenuto, dopo una lunga battaglia, la proroga delle norme del Piano Casa, a sostegno del settore edilizio, anche per tutto il 2016. Con un blitz Pd e M5S hanno fatto passare alcuni emendamenti che di fatto scoraggiano l’utilizzo delle norme previste nel Piano, alla faccia dell’attenzione per il rilancio del Piemonte e il sostegno alla piena occupazione”.
 
Secondo i consiglieri Forza Italia la maggioranza “non sa leggere il momento di difficoltà che attraversano le aziende edili. Sostenere eventuali ampliamenti delle proprie abitazioni o imprese solo a patto di porre in essere interventi volti al miglioramento energetico o sismico su tutto l’edificio significa scoraggiare qualsiasi investimento”.
 
In più i consiglieri sono preoccupati del fatto che si perderà del tempo prezioso prima che la Regione deliberi i requisiti previsti, rendendo praticamente bloccato il Piano Casa per mesi.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Cristian

Pazzesco! invece di aiutare ed incentivare chi vuole sistemarsi casa per la propria famiglia rendono tutto sempre più complicato, come se non cui fosse già abbastanza burocrazia! I politici prima si lamentano della burocrazia scagliandosi contro i dipendenti pubblici, ma poi invece di fare leggi che tolgono i balzelli ...le aumentano! Sono pazzo io che mi ostino a restare a vivere in questo paese di ladri!