Carrello 0
AZIENDE

Portoni Hörmann per una ristrutturazione che migliora le prestazioni energetiche

Commenti 2426

Commenti 2426

02/02/2016 - Risale al 1992 la villa unifamiliare recentemente riqualificata a Salsomaggiore Terme ma il suo aspetto esterno è decisamente contemporaneo. 

“L'abbiamo acquistata una decina di anni fa – spiega il proprietario - ma solo recentemente abbiamo deciso di rinnovarla completamente, trasformandola nella casa dei nostri sogni. In pratica sono state mantenute solo le strutture portanti: tutto il resto è stato ricostruito ex novo.”

Quali ragioni vi hanno spinto a questa scelta?
“Innanzitutto la possibilità di ingrandire gli spazi a disposizione della famiglia, che oggi sono più che raddoppiati. Il progetto ha interessato soprattutto gli ambienti al seminterrato, che sono stati liberati dal terreno circostante diventando la nuova zona giorno, mentre quello che era il piano rialzato della precedente abitazione è oggi occupato dalla zona notte. In più abbiamo creato un secondo box, a fianco di quello esistente. Contestualmente abbiamo anche migliorato le performance energetiche, secondo gli standard più evoluti. Il nuovo involucro edilizio dispone di un isolamento a cappotto e di serramenti ad alte prestazioni. Anche gli impianti sono al top della tecnologia, con controllo domotico di tutti i sistemi tecnologici, al punto che l'edificio è certificato in classe A+.

Quali input avete dato al progettista?
“Abbiamo voluto utilizzare pochi materiali di origine naturale, per conferire al nuovo edificio un'immagine semplice, calda e minimale, curata nel dettaglio. Tutte le scelte sono state accuratamente valutate con la nostra partecipazione diretta che è stata determinante anche nella fase di realizzazione. Il cantiere, infatti, non è stato affidato a un'unica impresa. Abbiamo appaltato le diverse tipologie di opere a diversi specialisti, gestendo in prima persona - con l’appoggio del progettista e direttore lavori arch. Sanna - la maggior parte delle forniture e il coordinamento dei lavori. È stato un lavoro molto impegnativo: la soddisfazione è grande, ovviamente, ma non lo rifarei mai più con questo tipo di impegno personale.”

Perciò avete scelto anche i portoni per i box?
“Si, ma in questo caso è stato tutto molto facile. Conosciamo Hörmann già da tempo: i loro portoni sono installati da tempo a casa dei miei genitori, a casa di mio fratello e in azienda – in questo caso si tratta di portoni industriali. A casa mia il portone più piccolo è anch'esso un Hörmann: aveva sostituito il vecchio portone guasto prima che iniziassero i lavori: è stato quindi smontato e poi rimontato.

Dovendo chiudere il nuovo box, ho deciso di prendere un secondo portone dello stesso modello, solo più largo. Conoscendo bene la qualità dei prodotti e la competenza degli agenti e del concessionario di zona, non ho neppure valutato altre possibilità.

A posteriori si è trattato di una decisione azzeccata: il design moderno e asciutto dei portoni Hörmann, con poche sezioni di grande dimensione, si adatta benissimo alla nuova immagine della casa, mentre la differenza di colore fra il portone preesistente e quello nuovo è quasi impercepibile.”

HÖRMANN ITALIA su Edilportale.com

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Cosa è cambiato con il decreto SCIA 2? Rispondi al quiz! Partecipa