Carrello 0
Al via a Bari il concorso di idee "Mani futura"
CONCORSI

Al via a Bari il concorso di idee "Mani futura"

di Cecilia Di Marzo

Riqualificazione dell'ex Manifattura Tabacchi da destinare a sede CNR

01/03/2016 - È stato pubblicato il concorso di idee "MANI FUTURA" con l'obiettivo di individuare la migliore proposta progettuale ("concept architettonico-funzionale") ed economica per la riqualificazione della ex Manifattura Tabacchi di Bari che sia capace di connettere le due porzioni del complesso storico. 

Lo scorso gennaio è stato presentato l'accordo tra Invimit, Università e CNR, che ha sancito che la porzione di immobile di proprietà dell'Università, acquisito da Invimit, ospitasse la sede unica del Cnr a Bari con 6 Istituti di ricerca e circa 650 ricercatori. 
Questa operazione incrocia gli obiettivi dell'Amministrazione Comunale che già da tempo aveva annunciato di voler procedere ad un'operazione di rigenerazione urbana e sociale del quartiere Libertà, di cui la ex Manifattura Tabacchi rappresentata il cuore e il simbolo più importante. 

Il concorso è rivolto a giovani ingegneri e architetti che potranno cimentarsi con un'operazione di rigenerazione urbana di un'immobile inserito nello storico quartiere Libertà, oggi caratterizzato da una serie di elementi demografici urbanistici e sociali di cui la progettazione dovrà tener conto. 

Si tratta di un immobile di grande valore storico e architettonico, risalente ai primi decenni del ‘900 originariamente destinato alle lavorazioni del tabacco, costituito da più corpi di fabbrica che nel loro insieme architettonico costituiscono un isolato chiuso con tre ampie corti interne. 

Le linee guida indicate nel Concorso richiedono proposte progettuali che caratterizzino la nuova sede del CNR di Bari entro un quadro più ampio di riqualificazione complessiva della ex Manifattura tenendo conto della connessione degli spazi fisici con le tematiche ambientali, sociali, di mobilità e di collegamento della città. 

«Partiamo con una nuova e straordinaria avventura - spiega il sindaco Antonio Decaro - consapevoli che questa è per la città di Bari un'occasione unica di intervenire nel cuore del quartiere Libertà. È il primo passo di un percorso progettuale che darà una nuova vita ad una delle strutture storiche della città: un "contenitore vuoto" che diventerà centro propulsore del quartiere. La riqualificazione della Manifattura dei tabacchi attraverso questo concorso di idee, a cui il Comune ha voluto fortemente partecipare, passerà così da essere un obiettivo strategico ad un progetto vero e proprio che dovrà diventare patrimonio di tutti i baresi. Infatti, l'esito del concorso relativo agli immobili di proprietà comunale sarà oggetto di un ampio confronto con i cittadini, che dovranno valutare insieme a noi l'elaborato progettuale vincitore e proporre integrazioni e modifiche prima dell'avvio della fase dei lavori. Si tratta di un investimento senza precedenti nella città di Bari che ha l'obiettivo ambizioso, partendo dalla riqualificazione di un edificio, di rigenerare un intero quartiere».

La partecipazione al concorso prevede due fasi: la fase 1, con termine ultimo il prossimo 15 marzo prevede la selezione dei candidati idonei alla partecipazione al concorso che accederanno alla fase 2, al termine della quale sarà nominato vincitore sulla base della proposta progettuale dell'intervento ("concept") e dell'offerta economica relativa ai servizi tecnici.

Per promuovere la partecipazione di giovani professionisti alla progettazione, nella richiesta di ammissione al concorso, dovrà essere presente almeno un professionista, iscritto da almeno di cinque anni all'Ordine professionale. 
Tra i partecipanti selezionati per la seconda fase sarà scelto il vincitore cui sarà conferito un premio in denaro pari a € 10.000,00, la giuria, inoltre, conferirà tre menzioni speciali, di € 3.000,00 ciascuna, ai partecipanti classificati dal 2° al 4° posto. 

Maggiori informazioni qui

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui